Estate italiana: ecco la nostra selezione di festival e mete da raggiungere per incontrare l’arte contemporanea anche durante queste vacanze. 

Se tutti gli eventi che aspettavate da tempo sono stati annullati e se vi chiedete come potrete, anche in questa estate post pandemia, coltivare la vostra passione per l’arte, e riuscire ad immergervi nei luoghi della cultura: non disperate! Ecco delle idee per passare esperienze uniche all’aperto, in compagnia e, soprattutto, in sicurezza!

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

#TriennaleEstate – Un giardino di voci e colori: quattro mesi di incontri, proiezioni, eventi live, festival nel Giardino Giancarlo De Carlo → triennale.org⁣⁣⁣⁣ –⁣ Scopri il programma della settimana: talk, incontri, performance e proiezioni con @spaziocinema!⁣ –⁣ 22 giugno⁣ 21:00 Fermo immagine | Ultradim @alterazionivideo @no_text_azienda⁣ Un film in divenire iniziato in streaming durante la pandemia e presentato in progress sotto forma di evento performativo. A cura di: Matteo Balduzzi (curatore @mufoco) e Davide Giannella.⁣ ⁣ 23 giugno⁣ 18:30 Opening mostra Dynamiche Infinite⁣ La mostra, un progetto di @fondazionemaimeri a cura di Andrea Dusio, raccoglie una selezione dei suoi scatti urbani di @gabbanamaurizio_official.⁣ A seguire⁣ I sette messaggeri | Dialogo sui Sensi⁣ Con il pianista @cesarepicco, lo chef @davideoldani, l’artista @velascovitali, Barbara Biscotti di Yoga Mandir e l’attore @sebastianofilocamo.⁣ ⁣ 24 giugno⁣ 18:30 Una scuola grande come il Mondo⁣ @chiaraparisi_paris, Direttrice del Centre Pompidou Metz, e @gamadasi_, Head of Cultural and Institutional Programs presso @pirelli_hangarbicocca, con @paolanicolin sulla centralità degli artisti nei processi di trasformazione delle istituzioni culturali⁣ 18:30 L’anno senza primavera⁣ @gianluigi_ricuperati discute con @giorgiogalotti, gallerista e direttore della fiera d’arte indipendente DAMA, che parlerà delle fiere d’arte annullate; il musicista Ivan Bert, che racconterà di un progetto con Adrian Sherwood rimandato per l’emergenza sanitaria; @ricciinst, musicista e Direttrice artistica di Piano City Milano, che illustrerà la versione digitale della manifestazione⁣ ore 18:30⁣ I Beatles in concerto a Milano 55 anni fa il 24 giugno 1965⁣ Con: Guidone, I New Dada, Ricky Gianco, Livio Macchia dei Camaleonti, Peppino di Capri, Gianni Minà, Alberto Fortis, Mario Pezzolla, Gianni Bisiach, Giordano Casiraghi, Mario Luzzatto Fegiz, Edoardo Fiorini, Rolando Giambelli, Franco Radice Guido Viglieno Cossalino, Furio Sollazzi, Mauro Volonterio, Fabrizio Grecchi⁣ –⁣⁣⁣⁣ @stefano_boeri @josephgrima @lorenza_baroncelli @lorenzabravetta11 @davide_giannella @leonardocaffo #triennalemilano #milano #estate #summer

Un post condiviso da Triennale Milano (@triennalemilano) in data:

TRIENNALE ESTATE. UN GIARDINO DI VOCI E COLORI, TRIENNALE MILANO

15 GIUGNO – 30 SETTEMBRE 2020

Dopo la riapertura al pubblico del 4 giugno, dal 15 giugno Triennale Milano presenta Triennale Estate, una nuova manifestazione che si svolgerà nel giardino dell’istituzione. Un progetto rivolto a tutta la città, per tornare a vivere la cultura insieme. Estate è un progetto rivolto a tutta la città con 4 mesi di programmazione, un ricco calendario di incontri, proiezioni, lecture, cabaret, eventi live, festival e laboratori per bambini. chiedere un sostegno adeguato per il periodo di crisi e ripresa del settore. Nel Bosco, dove si trova l’installazione di Italo Rota, verranno presentati i talk sulle trasformazioni urbane, l’arte contemporanea e i new media. Il ciclo di incontri curato dagli Amici della Triennale e i talk di letteratura si svolgeranno nel Teatrino di Alessandro e Francesco Mendini, mentre nella Rotonda, dove si trova l’opera di Ettore Sottsass Sassi nel parco, si terranno gli appuntamenti di filosofia. Nello Spazio Radura si trova invece il Caffè in Giardino.

SCARICA PROGRAMMA

 

ARENA MILANO EST, TEATRO MARTINITT

2 LUGLIO – 30 AGOSTO 2020

Dopo la lunga chiusura dei mesi scorsi, il Teatro Mrtinitt inaugura un’arena estiva da 800 posti (400 con le norme anti-Covid), diventando il nuovo riferimento in città per la cultura open air e soprattutto confermandosi un vero e proprio “cantiere delle arti”, con iniziative a tutto tondo. Quello che prima era un parcheggio ora si è trasformato in un presidio socio- culturale. Cinema sotto le stelle nello scenario suburbano in cui si inserisce l’Arena di via Pitteri, recentemente fregiata dai murales di Orticanoodles. In locandina, a partire dal 2 luglio, proiezioni, incontri con l’autore, concerti, spettacoli teatrali, cabaret, eventi di richiamo, rassegne e tutto quello che fa stare insieme dopo tanto isolamento.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

MELANIA MAZZUCCO RACCONTA L’ESPRESSIONE POETICA NELLE IMMAGINI AL TEATRO FILARMONICO DI VERONA Da Botticelli a Miró, da Hopper a Klee, indagine iconografica sulla poesia che si fa immagine dalla pittura rinascimentale all’arte contemporanea, fino ai fotogrammi del cinema d’autore di Rossellini e Fellini. Visioni che hanno segnato l’immaginario. L’espressione dell’essere tra le parole e le cose. Appuntamento lunedì 3 febbraio alle 21 al Teatro Filarmonico. L’evento è un appuntamento della XII edizione della rassegna Idem http://idem-on.net/idm/rassegna-2018-2019-3 L’ingresso al Teatro fino alle 20.55 è riservato ai soci Idem. È possibile aderire all’associazione presso la Libreria Antiquaria Perini, il Verona Box Office o in teatro le sere degli appuntamenti o tramite il sito http://idem-on.net/idm/soci L’adesione dà diritto a partecipare gratuitamente a 16 appuntamenti: i 4 della rassegna e 12, con scelta, del Festival della Bellezza. #melaniamazzucco #poesia #cinema #fellini #miro #rassegnaidem #teatrofilarmonicoverona #pasolini

Un post condiviso da FESTIVAL DELLA BELLEZZA (@festival_della_bellezza) in data:

FESTIVAL DELLA BELLEZZA, TEATRO ROMANO DI ​VERONA

DATE DA DEFINIRSI TRA AGOSTO E SETTEMBRE

Il calendario ufficiale arriverà tra un paio di settimane, ma intanto c’è una prima, fondamentale buona notizia: il Festival della bellezza si farà anche quest’anno. Un intenso lavoro, dato che la stagione 2020 aveva già un suo programma, ha portato gli organizzatori a riadattare il festival alle esigenze attuali: ci saranno eventi unici, prime nazionali ed è prevista anche una web tv con dirette streaming degli spettacoli. Quest’anno il tema della bellezza si unirà a quello dell’eros, inteso come forma di conoscenza, come forza vitale. I nomi sono ancora top secret ma ricordiamo i protagonisti delle edizioni passate: tra i più affezionati al Festival troviamo Vittorio Sgarbi, Alessandro Baricco, Umberto Galimberti, Massimo Cacciari e Philippe Daverio. Insomma, niente male!

LA POSTER ART del ​CHEAP FESTIVAL  DI BOLOGNA

Passeggiando per la città di Bologna potreste imbattervi nei poster realizzati da street artist di tutta Italia per il Cheap Festival.

“​Rappresentare il femminismo intersezionale, antirazzista, body e sex positive: è questo il core di ‘La lotta è FICA‘”, spiega il collettivo su Instagram. La call di quest’anno si è chiusa a maggio e siamo pronti per vedere quali saranno gli esiti del ritrovato contatto con la città dopo mesi di quarantena e distanziamento sociale.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Jul’ Maroh per La lotta é FICA un progetto femminista di arte pubblica di CHEAP Rappresentare il femminismo intersezionale, antirazzista, body e sex positive: è questo il core di “La lotta è FICA”, il nuovo progetto di public art di CHEAP, composto da 25 poster realizzati da altrettante artiste e installati sulla centralissima Via Indipendenza a Bologna. Nei poster sono rappresentate le lotte femministe che intersecano l’antirazzismo, trova fisicità lo sguardo queer sui generi, entrano i corpi delle donne, corpi trans e corpi eccentrici. Un divertissement femminista su poster per il quale sono state chiamate a raccolta 25 artiste: illustratrici, grafiche, fotografe, perfomer, fumettiste, streetartist – una pluralità di media che corrisponde ad un vasto campionario di biografie e visioni, unite dalle prospettive del transfemminismo. #CHEAPstreetposterart #Bologna #ig_italia #ig_bologna #ig_europe #CHEAPfestival #streetart #urban #igersbologna #MyBologna #instagramers #instagram #insta #instacool #instamood #instadaily #picoftheday #instastreetart #poster #posterart #art #urbanart #urbanstyle #streetphotography #streetarteverywhere #feminism #femminismo #feministart #protestart PH @michele_lapini_photo

Un post condiviso da CHEAP street poster art (@cheapfestival) in data:

I MURALES DI ORGOSOLO (NU)

Se quest’estate vi trovate in Sardegna, fate una visita a Orgosolo, piccolo centro in provincia di Nuoro, famoso in tutto il mondo per i dipinti che adornano ogni suo scorcio: ogni casa, muro e piazza. I Murales di Orgosolo narrano di storia, di politica, di vita quotidiana, ma soprattutto di tradizione e di Sardegna. Pastori che portano il gregge al pascolo, donne intente a lavare i panni, sono solo alcune delle immagini che raccontano la storia centenaria di Orgosolo.

ARTE SELLA, VAL DI SELLA BORGO VALSUGANA (TN)

Se questa estate preferite rifugiarvi al fresco delle alture boschive del Trentino – Alto Adige, dovete assolutamente passare una giornata ad Arte Sella. Arte Sella è una manifestazione di arte contemporanea che si tiene nella Val di Sella, in Trentino. Con una collezione di opere di artisti provenienti da tutto il mondo, ogni anno lo spazio offre ai visitatori una rassegna di lavori di Land Art in uno sfondo suggestivo e naturale. La collezione, concepita come un organismo in continua evoluzione, accoglie opere di Nils-Udo, Arne Quinze, John Grade, Michelangelo Pistoletto, Henrique Oliveira ed Edoardo Tresoldi.