Oggi vi parliamo di quelle che sono, secondo Artnet, le residenze d’artista italiane a cui ogni emergente dovrebbe cercare di partecipare per dare una svolta alla propria carriera.

Vi abbiamo già segnalato, prendendo ancora una volta spunto dalla sezione news del sito artnet, quelle che secondo il colosso dell’arte online tedesco sono le migliori residenze d’artista al mondo. L’articolo ce ne mostrava 7, tutte collocate in suolo statunitense.
Consapevoli della supremazia USA in materia, ci siamo al tempo domandati se ci fossero residenze d’artista altrettanto valide, ma logisticamente più accessibili agli artisti emergenti nostri connazionali.
Ed è nuovamente artnet, con il supporto di nomi illustri dell’arte contemporanea europea come l’artista Laure Prouvost, il curatore Joao Laia ed il direttore di DRAFT London Vincent Honoré, che dopo una lunga ricerca ha partorito l’elenco delle più interessanti residenze d’artista in Europa. E tre sono in Italia!

 

– Villa Lena, Pisa – 

 

Villa Lena | via Artribune

Il programma prevede soggiorni di uno o due mesi all’interno della meravigliosa Villa Lena, villa ottocentesca immersa nella campagna toscana, con grandi studi a disposizioni. I partecipanti non ricevono stipendio, questo va detto. Ma la possibilità di entrare a contatto con nomi dell’arte contemporanea internazionale potrebbe essere un compenso altrettanto appetibile. Quest’anno, tra i residenti, compaioni i nomi di artisti come Sam Falls e Nina Beier.

 

– The Rockefeller Foundation Bellagio Center, Lago di Como –

 

The Rockefeller Foundation Bellagio Center | via transartists

120 residenti, non solo visual artists ma videomakers, ballerini, musicisti… potranno trascorrere un mese di residenza in un’incredibile proprietà di 50 acri affacciata sul lago di Como. Continua così la missione filantropica della Fondazione Rockefeller!

 

– Cripta747, Torino – 

Cripta747 | via atpdiary.com

Torino sta diventando uno dei principali centri italiani per l’arte emergente, e trascorrere un periodo nel capoluogo piemontese potrebbe essere una scelta vincente. La residenza vi offre una borsa di studio di 5500 euro per l’intero soggiorno, che va dalle 6 alle 8 settimane, con il quale potrete coprire i costi di produzione, l’affitto dello studio presso Cripta747 e quello dell’alloggio in città.

In Bocca al lupo!

Vi elenchiamo anche i nomi delle altre residenze, sparse nel resto d’Europa, segnalate nell’articolo di artnet. Tenetele in considerazione!

Akademie Schloss Solitude, Stoccarda (GERMANIA)
Künstlerhaus Schloss Balmoral, Bad Ems (GERMANIA)
DAAD Artists-in-Berlin Program, Berlino (GERMANIA)
Bethanien, Berlino (GERMANIA)
Gasworks, Londra (INGHILTERRA)
Camargo Foundation, Cassis (FRANCIA)
Pavillon Neuflize OBC, Parigi (FRANCIA)
Triangle Marseille, Marsiglia (FRANCIA)
Tabakalera, San Sebastian (SPAGNA)
Rolex Mentor and Protégé (SVIZZERA)
Iaspis, Stoccolma (SVEZIA)
Rupert, Vilnius (LITUANIA)
Wiels Residency, Bruxelles (BELGIO)
Rijksakademie, Amsterdam (OLANDA)
De Ateliers, Amsterdam (OLANDA)
Jan Van Eyck Academie, Maastricht (OLANDA)

Se volete una spolverata generale anche su queste residenze d’artista, ecco QUI l’articolo di artnet.