Vivere circondati dal bello fa bene alla salute e alla psiche. Una società che abbraccia questa idea affitta a buon mercato case realizzate da grandi architetti contemporanei.

La filosofia alla base Living Architecture e del suo fondatore, il filosofo Alain de Botton, è molto semplice e quanto mai condivisibile: vivere e trascorrere molto tempo in una casa brutta e anonima influenza negativamente la psiche e la qualità della vita delle persone. Avere la possibilità, invece, di stare in spazi studiati e accoglienti ha l’effetto opposto. E, appurato che molte persone semplicemente non se lo possono permettere ogni giorno, arriva Living Architecture. Con diverse case di grandi architetti della scena contemporanea internazionale e sparse per il Regno Unito, la società si pone l’obiettivo di affittare abitazioni di pregio a prezzi davvero convenienti. Di democratizzare la possibilità di trascorrere del tempo in un luogo architettonicamente di alto livello. I prezzi sono abbordabili: si parte da circa 55 euro per notte.

A House for Essex

Architetto: Charles Holland e Grayson Perry

Località: Essex

via livingarchitectureuk/instagram

 

Dune House

Architetto: Jarmund/Vigsnæs

Località: Suffolk

via livingarchitectureuk/instagram

Balancing Barn

Architetto: MVRDV

Località: Suffolk

via livingarchitectureuk/instagram

Secular Retreat

Architetto: Peter Zumthor

Località: South Devon

via livingarchitectureuk/instagram

Shingle  House

Architetto: NORD

Località: Kent

via livingarchitectureuk/instagram

 

Leggi anche Week end d’arte contemporanea a Pietrasanta