Siete pronti? La Contemporary Art Week di Torino è alle porte. Ecco dove andare durante queste frenetiche giornate!

 ARTISSIMA

Hall of Fame, Artissima 2018. Courtesy Artissima

Giunta a 25 anni di età, Artissima è la prima donna della Contemporary Art Week di Torino. Tutto è pronto per l’inaugurazione del 1 novembre che, come di consueto, si terrà presso l’Oval di Torino. Anche quest’anno la regina delle fiere torinesi è diretta da Ilaria Bonacossa e saranno presenti 195 gallerie selezionate da 35 Paesi. La più grande novità dell’edizione 2018 verrà presentata nella sede delle OGR che ospiteranno la nuova sezione Sound, dedicata alle indagini sonore contemporanee e co-curata dal direttore artistico delle Officine Grandi Riparazioni, Nicola Ricciardi. Artissima 2018 inaugura, inoltre, la prima edizione del New Entries Fair Fund powered by Professional Trust Company, un nuovo fondo triennale nato per sostenere le gallerie candidate alla sezione New Entries. Infine, tra i nuovi Progetti speciali, si inserisce Artissima Experimental Academy, nato in collaborazione con COMBO. Si tratta di un’esperienza formativa per 25 studenti internazionali destinata alla sperimentazione del suono, alla ricerca acustica, artistica e performativa. Per i più piccoli, infine, nasce Artissima Junior, un laboratorio ideato e creato in collaborazione con Juventus e sviluppato da Zonarte per realizzare una grande installazione ambientale dentro l’Oval, con l’artista sud-americana Alek O.

 

SEI UN GIOVANE ARTISTA? FATTI CONOSCERE!

 

PARATISSIMA

Feeling different, Paratissima 14. Courtesy Paratissima

Paratissima ha scelto di rinnovarsi, come indica “Feeling different!, il tema che ha scelto per questa quattordicesima edizione che avrà luogo durante l’attesissima Contemporary Art Week di Torino. La manifestazione, affermatasi nel panorama artistico nazionale, si posiziona a metà tra una classica fiera d’arte ed un grande evento culturale in cui giovani artisti italiani e internazionali possono farsi conoscere dal pubblico di appassionati, curiosi ed esperti del settore. La fiera, diretta da Francesca Canfora, è ospitata dal 31 ottobre al 4 novembre nell’ex caserma di via Asti. 317 artisti esposti e distribuiti su 32mila metri quadrati; triplicati i progetti curatoriali e gli I.C.S. Independent Curated Space, che arrivano a 29. Più spazio, inoltre, ai laboratori per le famiglie e dieci saranno i premi consegnati, tra cui il Premio Azimut Capital Managemente l’I.C.S. Prize.

FLASHBACK

Flashback_L’arte è tutta contemporanea. Courtesy Flashback

La sesta edizione di Flashback_l’arte è tutta contemporanea, torna dall’1 al 4 novembre nei nuovi spazi del foyer centrale del Pala Alpitour, con un allestimento inedito e super originale, curato dal giovane studio Startarch. Numerose le gallerie italiane e internazionali di arte antica e moderna che parteciperanno quest’anno. Due i progetti speciali: l’artista Francesco Valeri realizzerà al centro della fiera un gigantesco wall-painting live, incentrato sul tema dell’incontro tra diverse culture, mentre Gian Enzo Sperone presenterà tre opere di Tony Matelli che aprono un mondo immaginario e lontano. È infatti sul tema del viaggio verso terre ignote, delle contaminazioni tra diverse forme di civiltà, mondi e specie che si snoderà il percorso tra gli stand, chiamati a riflettere dalle due direttrici, Stefania Poddighe e Ginevra Pucci, sul libro di fantascienza di Chad Oliver, Le rive di un altro mare.

SEI UNA GALLERIA D’ARTE? FATTI CONOSCERE!

 

DAMA

DAMA. Courtesy DAMA

DAMA è un progetto indipendente fondato nel 2016 da Giorgio Galotti e Domenico de Chirico. Dal 1 al 4 Novembre le sale seicentesche di Palazzo Saluzzo Paesana faranno da sfondo a una personale di un artista scelto dalle gallerie partecipanti. Le 14 gallerie internazionali e i 2 gli spazi no-profit selezionati quest’anno avranno modo di presentare opere site-specific in pieno dialogo con le sale distribuite nei 600 mq di Palazzo Saluzzo Paesana, recentemente ristrutturato, e caratterizzato da un’atmosfera barocca con gli affreschi originali realizzati da Gian Giacomo Plantery. L’esposizione parte dal piano terra con il Live Programme curato da Martha Kirszenbaum, nominata curatrice del Padiglione Francese alla prossima Biennale di Venezia. Scopri tutti i dettagli nel nostro articolo dedicato alla fiera!

THE OTHERS

The Others. Courtesy The Others

The Others torna anche quest’anno ad arricchire la Contemporary Art Week 2018 di Torino. The Others rappresenta la principale fiera italiana dedicata all’arte emergente internazionale, nata per valorizzare e dare visibilità ai giovani talenti dell’arte.  La fiera ideata da Roberto Casiraghi, torna dunque dal 1 al 4 novembre 2018 a Torino nell’ex Ospedale Regina Maria Adelaide in lungo Dora Firenze 87. Il successo dell’edizione 2017 ha visto crescere il numero degli espositori di oltre un terzo, così come il numero di artisti coinvolti. L’estero la fa da padrone sia a livello di gallerie e spazi no profit partecipanti sia a livello curatoriale.  La thinking room curatoriale – coordinata da Bruno Barsanti – ha rappresentanti provenienti da Berlino, Bruxelles, Copenaghen, Mosca, Parigi e Santander.