Amici, ormai è ufficiale! Durante l’art week torinese avrà luogo la terza edizione di DAMA, che si svolgerà a Palazzo Saluzzo Paesana dal 31 ottobre fino al 4 novembre.

DAMA, Atrium, Palazzo Saluzzo Paesana (TO). Courtesy DAMA

What is DAMA?

DAMA è un progetto collaborativo indipendente che si svolge all’interno di un palazzo storico del centro di Torino. L’edizione di lancio è stata presentata a Novembre 2016 durante l’Art week in uno dei luoghi più prestigiosi della città, Palazzo Saluzzo Paesana, dove una selezione di gallerie internazionali ha presentato i propri artisti con opere site specific elaborate per le sale assegnate loro. Ispirato a Le città invisibili, un romanzo di Italo Calvino pubblicato nel 1972, DAMA mira a riportare l’attenzione sul centro della città come luogo contemporaneo, restituendo a un’antica dimora l’intimità di un appartamento privato attraverso l’allestimento di una mostra su misura dove le opere, presentate dalle gallerie partecipanti, entrano in pieno dialogo con la storia. L’atmosfera degli ambienti barocchi del 1600 diventa un’occasione per andare oltre l’impostazione classica delle gallerie all’interno dei ‘white cube’ e per contribuire a generare un rapporto più intimo con la sede dando vita a un percorso uniforme che richiama alla mente l’appartamento privato di un collezionista. Ogni galleria avrà infatti la possibilità di occupare una sala attraverso una proposta di opere elaborate per il progetto, con l’intento di costruire uno scambio autentico sia nello spazio, sia tra gli operatori coinvolti, i galleristi, i collezionisti, i curatori e visitatori invitati.

DAMA, Council room, Palazzo Saluzzo Paesana (TO). Courtesy DAMA

La terza edizione

La terza edizione di DAMA 2018 conferma il percorso espositivo che si svilupperà dall’antico teatro, situato al piano terra del palazzo, e che per il secondo anno sarà la sede prescelta per ospitare il Live Programme, curato quest’anno da Martha Kirszenbaum, curatrice indipendente attiva tra Parigi e Los Angeles. Le 13 gallerie internazionali e i 2 spazi indipendenti saranno invitati a presentare una selezione di artisti provenienti da diverse aree del mondo con opere site-specific in pieno dialogo con le sale distribuite nei 600 mq di Palazzo Saluzzo Paesana, recentemente ristrutturato, e caratterizzato da un’atmosfera barocca con gli affreschi originali realizzati da Gian Giacomo Plantery.

I partecipanti dell’edizione 2018 sono:

  • Arcade, London / Caroline Achaintre
  • Berthold Pott, Cologne / Johanna Von Monkiewitsch
  • Bonny Poon, Paris / Marie Karlberg
  • Cassina projects, New York / Yves Scherer
  • Edel Assanti, London / Marcin Dudek
  • Fiebach-Minninger, Cologne / Lisa Tiemann
  • Giorgio Galotti, Torino / Renata De Bonis
  • Hubert Winter, Vienna / Tina Lechner
  • Leto, Warsaw / Konrad Smolenski
  • Osnova, Moscow / Nika Neelova
  • Piktogram, Warsaw / Florian Auer
  • Svit, Prague / Habima Fuchs
  • The Goma, Madrid / Cristina Garrido

NO-PROFIT

  • Siliqoon, Milan / Dit-Cilinn & David Ohlsson
  • Tenderpixel, London / Peter Bartoš curated by Petra Feriancová and Borbàla Soòs
DAMA, Green room, Palazzo Saluzzo Paesana (TO). Courtesy DAMA

Confermata la sponsorship GUEST

GUEST è l’innovativo metodo di sponsorizzazione che MEF–MUSEO ETTORE FICO e DAMA hanno elaborato nel 2017 per consentire a realtà istituzionali o private di entrare in stretta relazione con il progetto attraverso il supporto diretto a una delle gallerie partecipanti che sarà invitata come ‘ospite d’onore’. Confermata la formula per l’edizione 2018, l’obiettivo è quello di aiutare uno degli espositori ad azzerare le spese di partecipazione. Il vincitore sarà selezionato sulla base di alcuni requisiti che ruotano intorno all’artista presentato e al tipo di progetto che avrà generato un dialogo maggiore con lo spazio ospitante. Particolare attenzione verrà data inoltre alla galleria che durante l’anno si sarà contraddistinta per un programma incentrato sul sostegno ad artisti emergenti. Nel suo ruolo di ‘nuova Istituzione di Torino’, il MEF offrirà la copertura dell’intera quota di partecipazione all’espositore premiato. La galleria vincitrice sarà annunciata a Settembre 2018.

Ci sono anche i premi!

Una delle novità di questa edizione è la collaborazione con l’Associazione di collezionisti CoC ETS, una realtà privata italiana che selezionerà un artista per sviluppare una pubblicazione la cui produzione sarà interamente sostenuta dall’Associazione. L’artista vincitore sarà annunciato a Settembre 2018. Per ribadire, inoltre, il supporto che l’organizzazione vuole destinare alle gallerie, viene riconfermata la partnership con la piattaforma internazionale online ARM – Art Research Map, il cui Team sceglierà un artista da premiare in base alla migliore presentazione elaborata per DAMA con l’obiettivo di aiutare l’artista stesso a far conoscere maggiormente la sua ricerca attraverso un’intervista pubblicata nelle pagine dedicate per supportare anche la galleria con una copertura mediatica del suo programma. L’artista vincitore sarà annunciato durante i giorni DAMA.

DAMA, Courtyard, Palazzo Saluzzo Paesana (TO). Courtesy DAMA

 

Credits

Fondatore: Giorgio Galotti / gallerista, Torino (IT)

Curatore: Domenico de Chirico / curatore indipendente, Milano (IT)

Organizzazione: Greta Maria Galotti / project manager, Londra (UK)/Roma (IT)

Coordinamento curatoriale: Giovanna Repetto / curatore indipendente, Torino (IT)

Live Programme: Martha Kirszenbaum / curatore indipendente, Parigi (FR)/Los Angeles (US)

Sponsor: MEF, Fondazione CRT, Compagnia di San Paolo