Siamo nei tardi anni ’60 quando il celebre artista statunitense presenta la sua “Tips for artist who want to sell”

Vivere della propria arte: la missione di tanti artisti (o aspiranti tali), obiettivo agognato, difficile da raggiungere, per molti solo una chimera. Tra loro non rientra certamente John Baldessari, vera icona della scena artistica moderna statunitense con oltre 200 mostre all’attivo in tutto il mondo negli ultimi 60 anni. Sono i tardi anni ’60 quando Baldessari lavora sulla produzione di opere per l’epoca fortemente innovative: semplici scritte, dove l’artista non contribuisce neppure alla realizzazione fisica dell’opera, di fronte alle quali l’osservatore viene stimolato ad una riflessione sull’arte e sul sistema dell’arte. Tra queste Tips for artist who want to sell, opera ironica e paradossale: nella realizzazione  Baldessari non segue infatti nessuno dei consigli che vi è riportato. Consigli, estrapolati da una pubblicazione di una rivista d’arte dell’epoca, che paradossalmente costituiscono l’opera stessa. Seguirli NON è vivamente consigliato!

SEI UNA GALLERIA O UN EVENTO D’ARTE? POSSIAMO AIUTARTI CON COMUNICAZIONE E PROMOZIONE!

Dai un’occhiata o contattaci

John Baldessari, Tips for Artists Who Want to Sell. via Artsy

 

1. In generale, i dipinti con colori chiari si vendono più rapidamente di quelli con colori scuri.

2. Soggetti che vendono bene: madonna con bambino, paesaggi, pitture floreali, nature morte (privi di soggetti morbosi tipo uccelli morti, ecc.), nudi, immagini marine, astrattismo e surrealismo.

3. Il soggetto è importante: si dice che i quadri con mucche e galline raccolgono la polvere….. mentre si vendono bene gli stessi quadri con tori e galli.

SEI UNA GALLERIA O UN EVENTO D’ARTE? POSSIAMO AIUTARTI CON COMUNICAZIONE E PROMOZIONE!

Dai un’occhiata o contattaci