Le nuove opere di Marinella Senatore al Museo del Novecento di Milano

A Settembre, l’arte contemporanea riparte con un fittissimo programma, fatto di eventi, premi e fiere. Tra questi c’è il Premio ACACIA.

Da segnalare è sicuramente l’edizione 2021 promosso dall’Associazione Amici Arte Contemporanea Italiana

Protagonista in quest’ambito è Marinella Senatore, che esporrà due opere al Museo del Novecento di Milano, che verranno incluse nella collezione. 

La prima, Dance first think later, è composta da otto tele e prende le mosse dal concetto di partecipazione, non solo come atto performativo ma anche come momento di riflessione. Con le stesse tematiche, l’altra opera in mostra fa parte della serie delle luminarie ed è stata realizzata dall’artista in collaborazione con artigiani pugliesi. Le due installazioni risultano antimonumentali: non celebrano, ma inducono alla riflessione come atto partecipativo. 

Marinella Senatore, We Rise by Lifting Others (Ci eleviamo sollevando gli altri), installazione luminosa nel cortile di Palazzo Strozzi, Firenze © photo OKNO studio.

Marinella Senatore ha una lunga gavetta alle spalle e oggi è in rapida ascesa. Nata nel 1977 in provincia di Salerno, ha esposto in diverse sedi in tutto il mondo, come il Centre Pompidou di Parigi, il museo MAXXI di Roma, il Castello di Rivoli, la High Line di New York, il Museo Madre di Napoli, la Serpentine Gallery di Londra, Palazzo Grassi a Venezia, il Museum Boijmans Van Beuningen di Rotterdam, o il Moderna Museet di Stoccolma

Cover Photo Credits: Marinella Senatore, Foto da: Back To Nature Parco dei Daini

- Artuu crede in -

spot_img

Ti potrebbe interessare...

Le nuove opere di Marinella Senatore al Museo del Novecento di Milano

A Settembre, l’arte contemporanea riparte con un fittissimo programma, fatto di eventi, premi e fiere. Tra questi c’è il Premio ACACIA.

Da segnalare è sicuramente l’edizione 2021 promosso dall’Associazione Amici Arte Contemporanea Italiana

Protagonista in quest’ambito è Marinella Senatore, che esporrà due opere al Museo del Novecento di Milano, che verranno incluse nella collezione. 

La prima, Dance first think later, è composta da otto tele e prende le mosse dal concetto di partecipazione, non solo come atto performativo ma anche come momento di riflessione. Con le stesse tematiche, l’altra opera in mostra fa parte della serie delle luminarie ed è stata realizzata dall’artista in collaborazione con artigiani pugliesi. Le due installazioni risultano antimonumentali: non celebrano, ma inducono alla riflessione come atto partecipativo. 

Marinella Senatore, We Rise by Lifting Others (Ci eleviamo sollevando gli altri), installazione luminosa nel cortile di Palazzo Strozzi, Firenze © photo OKNO studio.

Marinella Senatore ha una lunga gavetta alle spalle e oggi è in rapida ascesa. Nata nel 1977 in provincia di Salerno, ha esposto in diverse sedi in tutto il mondo, come il Centre Pompidou di Parigi, il museo MAXXI di Roma, il Castello di Rivoli, la High Line di New York, il Museo Madre di Napoli, la Serpentine Gallery di Londra, Palazzo Grassi a Venezia, il Museum Boijmans Van Beuningen di Rotterdam, o il Moderna Museet di Stoccolma

Cover Photo Credits: Marinella Senatore, Foto da: Back To Nature Parco dei Daini

- Artuu crede in -

spot_img

Ti potrebbe interessare...

Le nuove opere di Marinella Senatore al Museo del Novecento di Milano

A Settembre, l’arte contemporanea riparte con un fittissimo programma, fatto di eventi, premi e fiere. Tra questi c’è il Premio ACACIA.

Da segnalare è sicuramente l’edizione 2021 promosso dall’Associazione Amici Arte Contemporanea Italiana

Protagonista in quest’ambito è Marinella Senatore, che esporrà due opere al Museo del Novecento di Milano, che verranno incluse nella collezione. 

La prima, Dance first think later, è composta da otto tele e prende le mosse dal concetto di partecipazione, non solo come atto performativo ma anche come momento di riflessione. Con le stesse tematiche, l’altra opera in mostra fa parte della serie delle luminarie ed è stata realizzata dall’artista in collaborazione con artigiani pugliesi. Le due installazioni risultano antimonumentali: non celebrano, ma inducono alla riflessione come atto partecipativo. 

Marinella Senatore, We Rise by Lifting Others (Ci eleviamo sollevando gli altri), installazione luminosa nel cortile di Palazzo Strozzi, Firenze © photo OKNO studio.

Marinella Senatore ha una lunga gavetta alle spalle e oggi è in rapida ascesa. Nata nel 1977 in provincia di Salerno, ha esposto in diverse sedi in tutto il mondo, come il Centre Pompidou di Parigi, il museo MAXXI di Roma, il Castello di Rivoli, la High Line di New York, il Museo Madre di Napoli, la Serpentine Gallery di Londra, Palazzo Grassi a Venezia, il Museum Boijmans Van Beuningen di Rotterdam, o il Moderna Museet di Stoccolma

Cover Photo Credits: Marinella Senatore, Foto da: Back To Nature Parco dei Daini

- Artuu crede in -

spot_img

Ti potrebbe interessare...

- artuu ama -

spot_img

Iscriviti alla Artuu Newsletter

Sempre dallo stesso contributor

Seguici su Instagram ogni giorno