Residenza d’artista in Egitto, la nuova opportunità di Cittadellarte

Photo Courtesy: Alexandria: (re)activating common urban imaginaries

Un progetto internazionale per supportare gli artisti, sostenuto dal programma “Creative Europe” dell’Unione Europea. 

Alexandria: (re)activating common urban imaginaries” è il nome del nuovo progetto internazionale che prevede residenze all’estero e in Italia organizzato da Cittadellarte.

Le residenze d’arte sono un’opportunità unica per artisti e curatori che vengono invitati ad operare in un contesto estraneo alla propria quotidianità, per creare nuovi progetti artistici o di ricerca. Recentemente la pandemia non ha permesso la creazione di residenze d’artista, ma con “Alexandria: (re)activating common urban imaginaries” si apre una nuova possibilità di residenza all’estero.

ALEX” vuole affrontare le nuove sfide in campo artistico attraverso la storia e il valore culturale della città di Alessandria (Egitto). I partecipanti saranno guidati in un viaggio tra il patrimonio artistico culturale, quindi la storia, e la creazione di nuove prospettive artistiche e culturali. Per far ciò il progetto include la realizzazione di residenze artistiche in Egitto e in Europa, la produzione di mostre nelle città di Bruxelles e Marsiglia e numerosi seminari professionali.

Le candidature, concluse lo scorso 30 maggio, hanno permesso di selezionare 16 partecipanti che prenderanno parte alle attività previste dal programma, tra cui incontri e dibattiti con i curatori delle residenze e altri professionisti che operano in diversi contesti. Coloro che prenderanno parte al progetto, dovranno sviluppare un progetto finale a conclusione del percorso che verrà poi presentato ad Alessandria, Atene, Biella e Marsiglia.

Il programma offre due soggiorni di residenza a Biella, sede della realtà di Cittadellarte – Fondazione Pistoletto da sempre pronta a sostenere artisti emergenti, un soggiorno di residenza nella città egiziana di Alessandria e la possibilità di scegliere una residenza tra Marsiglia, Atene, Bruxelles e Nicosia.

Infine, nel soggiorno finale previsto a Biella, i partecipanti saranno impegnati nella produzione e nella la presentazione dei progetti finali.

Il progetto ALEX, che sarà attivo fino al 31 dicembre 2023, è composto da due programmi di residenza, che si svolgeranno in maniera indipendente l’una dall’altra: 

1. “Caravan residency program: Thinking with Alexandria” ideata da UNIDEE Residency Programs a Cittadellarte – Fondazione Pistoletto e curata da Edwin Nasr e Sarah Rifky.

2. “Politics of Heritage – School for Sonic Memory Residency” organizzata da Onassis Stegi e Theatrum Mundi.

Cover Photo Credits: Fondazione Pistoletto via newsbiella.it

- Artuu crede in -

spot_img

Ti potrebbe interessare...

Residenza d’artista in Egitto, la nuova opportunità di Cittadellarte

Photo Courtesy: Alexandria: (re)activating common urban imaginaries

Un progetto internazionale per supportare gli artisti, sostenuto dal programma “Creative Europe” dell’Unione Europea. 

Alexandria: (re)activating common urban imaginaries” è il nome del nuovo progetto internazionale che prevede residenze all’estero e in Italia organizzato da Cittadellarte.

Le residenze d’arte sono un’opportunità unica per artisti e curatori che vengono invitati ad operare in un contesto estraneo alla propria quotidianità, per creare nuovi progetti artistici o di ricerca. Recentemente la pandemia non ha permesso la creazione di residenze d’artista, ma con “Alexandria: (re)activating common urban imaginaries” si apre una nuova possibilità di residenza all’estero.

ALEX” vuole affrontare le nuove sfide in campo artistico attraverso la storia e il valore culturale della città di Alessandria (Egitto). I partecipanti saranno guidati in un viaggio tra il patrimonio artistico culturale, quindi la storia, e la creazione di nuove prospettive artistiche e culturali. Per far ciò il progetto include la realizzazione di residenze artistiche in Egitto e in Europa, la produzione di mostre nelle città di Bruxelles e Marsiglia e numerosi seminari professionali.

Le candidature, concluse lo scorso 30 maggio, hanno permesso di selezionare 16 partecipanti che prenderanno parte alle attività previste dal programma, tra cui incontri e dibattiti con i curatori delle residenze e altri professionisti che operano in diversi contesti. Coloro che prenderanno parte al progetto, dovranno sviluppare un progetto finale a conclusione del percorso che verrà poi presentato ad Alessandria, Atene, Biella e Marsiglia.

Il programma offre due soggiorni di residenza a Biella, sede della realtà di Cittadellarte – Fondazione Pistoletto da sempre pronta a sostenere artisti emergenti, un soggiorno di residenza nella città egiziana di Alessandria e la possibilità di scegliere una residenza tra Marsiglia, Atene, Bruxelles e Nicosia.

Infine, nel soggiorno finale previsto a Biella, i partecipanti saranno impegnati nella produzione e nella la presentazione dei progetti finali.

Il progetto ALEX, che sarà attivo fino al 31 dicembre 2023, è composto da due programmi di residenza, che si svolgeranno in maniera indipendente l’una dall’altra: 

1. “Caravan residency program: Thinking with Alexandria” ideata da UNIDEE Residency Programs a Cittadellarte – Fondazione Pistoletto e curata da Edwin Nasr e Sarah Rifky.

2. “Politics of Heritage – School for Sonic Memory Residency” organizzata da Onassis Stegi e Theatrum Mundi.

Cover Photo Credits: Fondazione Pistoletto via newsbiella.it

- Artuu crede in -

spot_img

Ti potrebbe interessare...

Residenza d’artista in Egitto, la nuova opportunità di Cittadellarte

Photo Courtesy: Alexandria: (re)activating common urban imaginaries

Un progetto internazionale per supportare gli artisti, sostenuto dal programma “Creative Europe” dell’Unione Europea. 

Alexandria: (re)activating common urban imaginaries” è il nome del nuovo progetto internazionale che prevede residenze all’estero e in Italia organizzato da Cittadellarte.

Le residenze d’arte sono un’opportunità unica per artisti e curatori che vengono invitati ad operare in un contesto estraneo alla propria quotidianità, per creare nuovi progetti artistici o di ricerca. Recentemente la pandemia non ha permesso la creazione di residenze d’artista, ma con “Alexandria: (re)activating common urban imaginaries” si apre una nuova possibilità di residenza all’estero.

ALEX” vuole affrontare le nuove sfide in campo artistico attraverso la storia e il valore culturale della città di Alessandria (Egitto). I partecipanti saranno guidati in un viaggio tra il patrimonio artistico culturale, quindi la storia, e la creazione di nuove prospettive artistiche e culturali. Per far ciò il progetto include la realizzazione di residenze artistiche in Egitto e in Europa, la produzione di mostre nelle città di Bruxelles e Marsiglia e numerosi seminari professionali.

Le candidature, concluse lo scorso 30 maggio, hanno permesso di selezionare 16 partecipanti che prenderanno parte alle attività previste dal programma, tra cui incontri e dibattiti con i curatori delle residenze e altri professionisti che operano in diversi contesti. Coloro che prenderanno parte al progetto, dovranno sviluppare un progetto finale a conclusione del percorso che verrà poi presentato ad Alessandria, Atene, Biella e Marsiglia.

Il programma offre due soggiorni di residenza a Biella, sede della realtà di Cittadellarte – Fondazione Pistoletto da sempre pronta a sostenere artisti emergenti, un soggiorno di residenza nella città egiziana di Alessandria e la possibilità di scegliere una residenza tra Marsiglia, Atene, Bruxelles e Nicosia.

Infine, nel soggiorno finale previsto a Biella, i partecipanti saranno impegnati nella produzione e nella la presentazione dei progetti finali.

Il progetto ALEX, che sarà attivo fino al 31 dicembre 2023, è composto da due programmi di residenza, che si svolgeranno in maniera indipendente l’una dall’altra: 

1. “Caravan residency program: Thinking with Alexandria” ideata da UNIDEE Residency Programs a Cittadellarte – Fondazione Pistoletto e curata da Edwin Nasr e Sarah Rifky.

2. “Politics of Heritage – School for Sonic Memory Residency” organizzata da Onassis Stegi e Theatrum Mundi.

Cover Photo Credits: Fondazione Pistoletto via newsbiella.it

- Artuu crede in -

spot_img

Ti potrebbe interessare...

- artuu ama -

spot_img

Iscriviti alla Artuu Newsletter

Sempre dallo stesso contributor

Seguici su Instagram ogni giorno