A Milano una retrospettiva di Mario Sironi

In mostra al Museo del ‘900 oltre cento opere che ricostruiscono il percorso artistico del grande artista.

Dal 23 luglio al 27 marzo 2022 al Museo del ‘900 di Milano si terrà la mostra Mario Sironi. Sintesi e grandiosità a cura di Elena Pontiggia e Anna Maria Montaldo, approfondita retrospettiva che omaggia l’opera completa dell’artista a sessant’anni dalla sua morte.

Ben 110 opere sono state scelte appositamente per narrare il percorso di Sironi, a partire dalla giovanile stagione simbolista fino ad arrivare all’Apocalisse dipinta poco prima della morte. Tra queste, sono esposti diversi lavori che da tempo non comparivano in una mostra a lui dedicata, come la seducente Pandora del 1921-1922, Paese nella valle del 1928, Case e alberi del 1929 e L’abbeverata del 1929-30.

Per la riuscita di questa monumentale mostra sono stati numerosi i prestiti richiesti a importanti musei come la Pinacoteca di Brera a Milano, Ca’ Pesaro di Venezia, la Fondazione Guggenheim di Venezia, il Mart di Trento e Rovereto e diverse collezioni private.

Mario Sironi, Periferia con camion, 1920, Mart Museo d’arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto, Collezione L.F, 515x420cm

Tra gli svariati temi proposti in mostra compare il ciclo dei paesaggi urbani, molto amato dall’artista, seguito da un corposo gruppo di opere legate alla figura umana e capolavori monumentali come la Vittoria alata, grande studio per l’aula magna della Sapienza di Roma e lo studio preparatorio lungo quasi sei metri della Giustizia Corporativa, testimoni del suo legame con la pittura murale negli anni Trenta.

Il percorso espositivo si conclude con opere degli ultimi e drammatici anni dell’artista, tormentato anche dalla perdita della figlia Rossana, morta suicida nel 1948 a soli diciotto anni.

Cover photo credits: Mario Sironi, Pandora, 1921-22, olio su tela, 82 x 74 cm, collezione privata in deposito a lungo termine presso la Fondazione Musei Civici di Venezia, Galleria Internazionale d’Arte Moderna di Ca’ Pesaro.

- Artuu crede in -

spot_img

Ti potrebbe interessare...

A Milano una retrospettiva di Mario Sironi

In mostra al Museo del ‘900 oltre cento opere che ricostruiscono il percorso artistico del grande artista.

Dal 23 luglio al 27 marzo 2022 al Museo del ‘900 di Milano si terrà la mostra Mario Sironi. Sintesi e grandiosità a cura di Elena Pontiggia e Anna Maria Montaldo, approfondita retrospettiva che omaggia l’opera completa dell’artista a sessant’anni dalla sua morte.

Ben 110 opere sono state scelte appositamente per narrare il percorso di Sironi, a partire dalla giovanile stagione simbolista fino ad arrivare all’Apocalisse dipinta poco prima della morte. Tra queste, sono esposti diversi lavori che da tempo non comparivano in una mostra a lui dedicata, come la seducente Pandora del 1921-1922, Paese nella valle del 1928, Case e alberi del 1929 e L’abbeverata del 1929-30.

Per la riuscita di questa monumentale mostra sono stati numerosi i prestiti richiesti a importanti musei come la Pinacoteca di Brera a Milano, Ca’ Pesaro di Venezia, la Fondazione Guggenheim di Venezia, il Mart di Trento e Rovereto e diverse collezioni private.

Mario Sironi, Periferia con camion, 1920, Mart Museo d’arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto, Collezione L.F, 515x420cm

Tra gli svariati temi proposti in mostra compare il ciclo dei paesaggi urbani, molto amato dall’artista, seguito da un corposo gruppo di opere legate alla figura umana e capolavori monumentali come la Vittoria alata, grande studio per l’aula magna della Sapienza di Roma e lo studio preparatorio lungo quasi sei metri della Giustizia Corporativa, testimoni del suo legame con la pittura murale negli anni Trenta.

Il percorso espositivo si conclude con opere degli ultimi e drammatici anni dell’artista, tormentato anche dalla perdita della figlia Rossana, morta suicida nel 1948 a soli diciotto anni.

Cover photo credits: Mario Sironi, Pandora, 1921-22, olio su tela, 82 x 74 cm, collezione privata in deposito a lungo termine presso la Fondazione Musei Civici di Venezia, Galleria Internazionale d’Arte Moderna di Ca’ Pesaro.

- Artuu crede in -

spot_img

Ti potrebbe interessare...

A Milano una retrospettiva di Mario Sironi

In mostra al Museo del ‘900 oltre cento opere che ricostruiscono il percorso artistico del grande artista.

Dal 23 luglio al 27 marzo 2022 al Museo del ‘900 di Milano si terrà la mostra Mario Sironi. Sintesi e grandiosità a cura di Elena Pontiggia e Anna Maria Montaldo, approfondita retrospettiva che omaggia l’opera completa dell’artista a sessant’anni dalla sua morte.

Ben 110 opere sono state scelte appositamente per narrare il percorso di Sironi, a partire dalla giovanile stagione simbolista fino ad arrivare all’Apocalisse dipinta poco prima della morte. Tra queste, sono esposti diversi lavori che da tempo non comparivano in una mostra a lui dedicata, come la seducente Pandora del 1921-1922, Paese nella valle del 1928, Case e alberi del 1929 e L’abbeverata del 1929-30.

Per la riuscita di questa monumentale mostra sono stati numerosi i prestiti richiesti a importanti musei come la Pinacoteca di Brera a Milano, Ca’ Pesaro di Venezia, la Fondazione Guggenheim di Venezia, il Mart di Trento e Rovereto e diverse collezioni private.

Mario Sironi, Periferia con camion, 1920, Mart Museo d’arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto, Collezione L.F, 515x420cm

Tra gli svariati temi proposti in mostra compare il ciclo dei paesaggi urbani, molto amato dall’artista, seguito da un corposo gruppo di opere legate alla figura umana e capolavori monumentali come la Vittoria alata, grande studio per l’aula magna della Sapienza di Roma e lo studio preparatorio lungo quasi sei metri della Giustizia Corporativa, testimoni del suo legame con la pittura murale negli anni Trenta.

Il percorso espositivo si conclude con opere degli ultimi e drammatici anni dell’artista, tormentato anche dalla perdita della figlia Rossana, morta suicida nel 1948 a soli diciotto anni.

Cover photo credits: Mario Sironi, Pandora, 1921-22, olio su tela, 82 x 74 cm, collezione privata in deposito a lungo termine presso la Fondazione Musei Civici di Venezia, Galleria Internazionale d’Arte Moderna di Ca’ Pesaro.

- Artuu crede in -

spot_img

Ti potrebbe interessare...

- artuu ama -

spot_img

Iscriviti alla Artuu Newsletter

Sempre dallo stesso contributor

Seguici su Instagram ogni giorno