I musei subacquei in giro per il mondo | Artuu Magazine

Un’immersione nelle acque marine alla scoperta di opere d’arte e musei sommersi!

I musei subacquei, spesso sconosciuti ai più, sono uno dei tesori sottomarini più sorprendenti e affascinanti. Le “grandi acque blu” non sono solo popolate da pesci colorati e da sgargianti coralli, ma nascondono tesori, pezzi di storia, opere d’arte e, strano ma vero, dei veri e propri musei di arte contemporanea sommersi.

Ecco una selezione dei musei subacquei che è possibile scoprire in giro per il mondo!

MUSA, Cancun

Il MUSA (Museo Subacuàtico de Arte) è il più grande tra i musei subacquei del mondo, con circa 500 sculture e un’estensione di 420 metri quadrati, che si fonde perfettamente con il fondale marino.  È diviso in due gallerie, il Salon Manchones e il Salon Nizuc.
Il Salon Manchones si trova ad otto metri di profondità, adatto sia a chi fa immersioni subacquee, sia agli amanti dello snorkeling. Il Salon Nizuc, dal momento che giace a soli 4 metri di profondità, è visitabile tramite una semplice uscita in snorkeling. Tra i fondatori di questo museo c’è lo scultore britannico Jason deCaires Taylor, vero appassionato di numerosi musei subacquei.

Museo Atlántico, Lanzarote

Ancora Taylor è protagonista del Museo Atlantico di Lanzarote, nelle complesso delle Canarie. In questo caso lo scultore britannico sostiene la causa del viaggio dei migranti: a circa 15 metri di profondità è possibile ammirare le sculture The Raft of Lampedusae The Rubicon che denunciano e celebrano la tragedia dei migranti, che nel loro tragitto verso Europa hanno perso la vita in mare.

Grenada, Caraibi

Opere dello scultore Taylor è possibile trovarle anche all’interno del Parco di sculture sottomarine di Grenada, nei Caraibi.  Il Parco è una galleria subacquea situata nell’area marina protetta di Molinere Beauséjour di Grenada. Oltre 60 sono le sculture che popolano queste acque , ma tra tutte spicca in particolare “Vicissitudes” raffigurante un gruppo di bambini a grandezza naturale in cerchio mentre si tengono per mano.

Museo Subacqueo di Baiheliang, Cina

Inaugurato nel maggio 2009, il Museo Subacqueo di Baiheliang è un sito archeologico situato al centro della Cina, protetto dall’UNESCO. Prima della costruzione della diga delle Tre Gole, il promontorio del sito veniva inondato dalle acque nel periodo di piena, per tornare visibile durante il periodo di secca. Ad oggi sono presenti due tunnel subacquei che dalla riva permettono al pubblico di ammirare le opere attraverso vetri di protezione.

MOUA, Australia

Il Museum of Underwater Art presenta una serie di opere d’arte di importanza mondiale situate sulla Grande Barriera Corallina in Australia. Il MOUA, anch’esso opera dello scultore Jason deCaires Taylor è stato creato per ispirare ed educare il mondo sulla conservazione della barriera corallina e per coinvolgere la comunità nelle storie culturali di terra e di mare. Tra le varie opere emerge la scultura ‘Ocean Siren’, posta su un palo sopra la superficie dell’acqua e completamente rivestita di LED corredati di sensori che variano la loro colorazione in funzione dei cambiamenti della temperatura dell’acqua dell’oceano.

Cover Photo Credits: Courtesy Libreriamo

- Artuu crede in -

spot_img

Ti potrebbe interessare...

I musei subacquei in giro per il mondo | Artuu Magazine

Un’immersione nelle acque marine alla scoperta di opere d’arte e musei sommersi!

I musei subacquei, spesso sconosciuti ai più, sono uno dei tesori sottomarini più sorprendenti e affascinanti. Le “grandi acque blu” non sono solo popolate da pesci colorati e da sgargianti coralli, ma nascondono tesori, pezzi di storia, opere d’arte e, strano ma vero, dei veri e propri musei di arte contemporanea sommersi.

Ecco una selezione dei musei subacquei che è possibile scoprire in giro per il mondo!

MUSA, Cancun

Il MUSA (Museo Subacuàtico de Arte) è il più grande tra i musei subacquei del mondo, con circa 500 sculture e un’estensione di 420 metri quadrati, che si fonde perfettamente con il fondale marino.  È diviso in due gallerie, il Salon Manchones e il Salon Nizuc.
Il Salon Manchones si trova ad otto metri di profondità, adatto sia a chi fa immersioni subacquee, sia agli amanti dello snorkeling. Il Salon Nizuc, dal momento che giace a soli 4 metri di profondità, è visitabile tramite una semplice uscita in snorkeling. Tra i fondatori di questo museo c’è lo scultore britannico Jason deCaires Taylor, vero appassionato di numerosi musei subacquei.

Museo Atlántico, Lanzarote

Ancora Taylor è protagonista del Museo Atlantico di Lanzarote, nelle complesso delle Canarie. In questo caso lo scultore britannico sostiene la causa del viaggio dei migranti: a circa 15 metri di profondità è possibile ammirare le sculture The Raft of Lampedusae The Rubicon che denunciano e celebrano la tragedia dei migranti, che nel loro tragitto verso Europa hanno perso la vita in mare.

Grenada, Caraibi

Opere dello scultore Taylor è possibile trovarle anche all’interno del Parco di sculture sottomarine di Grenada, nei Caraibi.  Il Parco è una galleria subacquea situata nell’area marina protetta di Molinere Beauséjour di Grenada. Oltre 60 sono le sculture che popolano queste acque , ma tra tutte spicca in particolare “Vicissitudes” raffigurante un gruppo di bambini a grandezza naturale in cerchio mentre si tengono per mano.

Museo Subacqueo di Baiheliang, Cina

Inaugurato nel maggio 2009, il Museo Subacqueo di Baiheliang è un sito archeologico situato al centro della Cina, protetto dall’UNESCO. Prima della costruzione della diga delle Tre Gole, il promontorio del sito veniva inondato dalle acque nel periodo di piena, per tornare visibile durante il periodo di secca. Ad oggi sono presenti due tunnel subacquei che dalla riva permettono al pubblico di ammirare le opere attraverso vetri di protezione.

MOUA, Australia

Il Museum of Underwater Art presenta una serie di opere d’arte di importanza mondiale situate sulla Grande Barriera Corallina in Australia. Il MOUA, anch’esso opera dello scultore Jason deCaires Taylor è stato creato per ispirare ed educare il mondo sulla conservazione della barriera corallina e per coinvolgere la comunità nelle storie culturali di terra e di mare. Tra le varie opere emerge la scultura ‘Ocean Siren’, posta su un palo sopra la superficie dell’acqua e completamente rivestita di LED corredati di sensori che variano la loro colorazione in funzione dei cambiamenti della temperatura dell’acqua dell’oceano.

Cover Photo Credits: Courtesy Libreriamo

- Artuu crede in -

spot_img

Ti potrebbe interessare...

I musei subacquei in giro per il mondo | Artuu Magazine

Un’immersione nelle acque marine alla scoperta di opere d’arte e musei sommersi!

I musei subacquei, spesso sconosciuti ai più, sono uno dei tesori sottomarini più sorprendenti e affascinanti. Le “grandi acque blu” non sono solo popolate da pesci colorati e da sgargianti coralli, ma nascondono tesori, pezzi di storia, opere d’arte e, strano ma vero, dei veri e propri musei di arte contemporanea sommersi.

Ecco una selezione dei musei subacquei che è possibile scoprire in giro per il mondo!

MUSA, Cancun

Il MUSA (Museo Subacuàtico de Arte) è il più grande tra i musei subacquei del mondo, con circa 500 sculture e un’estensione di 420 metri quadrati, che si fonde perfettamente con il fondale marino.  È diviso in due gallerie, il Salon Manchones e il Salon Nizuc.
Il Salon Manchones si trova ad otto metri di profondità, adatto sia a chi fa immersioni subacquee, sia agli amanti dello snorkeling. Il Salon Nizuc, dal momento che giace a soli 4 metri di profondità, è visitabile tramite una semplice uscita in snorkeling. Tra i fondatori di questo museo c’è lo scultore britannico Jason deCaires Taylor, vero appassionato di numerosi musei subacquei.

Museo Atlántico, Lanzarote

Ancora Taylor è protagonista del Museo Atlantico di Lanzarote, nelle complesso delle Canarie. In questo caso lo scultore britannico sostiene la causa del viaggio dei migranti: a circa 15 metri di profondità è possibile ammirare le sculture The Raft of Lampedusae The Rubicon che denunciano e celebrano la tragedia dei migranti, che nel loro tragitto verso Europa hanno perso la vita in mare.

Grenada, Caraibi

Opere dello scultore Taylor è possibile trovarle anche all’interno del Parco di sculture sottomarine di Grenada, nei Caraibi.  Il Parco è una galleria subacquea situata nell’area marina protetta di Molinere Beauséjour di Grenada. Oltre 60 sono le sculture che popolano queste acque , ma tra tutte spicca in particolare “Vicissitudes” raffigurante un gruppo di bambini a grandezza naturale in cerchio mentre si tengono per mano.

Museo Subacqueo di Baiheliang, Cina

Inaugurato nel maggio 2009, il Museo Subacqueo di Baiheliang è un sito archeologico situato al centro della Cina, protetto dall’UNESCO. Prima della costruzione della diga delle Tre Gole, il promontorio del sito veniva inondato dalle acque nel periodo di piena, per tornare visibile durante il periodo di secca. Ad oggi sono presenti due tunnel subacquei che dalla riva permettono al pubblico di ammirare le opere attraverso vetri di protezione.

MOUA, Australia

Il Museum of Underwater Art presenta una serie di opere d’arte di importanza mondiale situate sulla Grande Barriera Corallina in Australia. Il MOUA, anch’esso opera dello scultore Jason deCaires Taylor è stato creato per ispirare ed educare il mondo sulla conservazione della barriera corallina e per coinvolgere la comunità nelle storie culturali di terra e di mare. Tra le varie opere emerge la scultura ‘Ocean Siren’, posta su un palo sopra la superficie dell’acqua e completamente rivestita di LED corredati di sensori che variano la loro colorazione in funzione dei cambiamenti della temperatura dell’acqua dell’oceano.

Cover Photo Credits: Courtesy Libreriamo

- Artuu crede in -

spot_img

Ti potrebbe interessare...

- artuu ama -

spot_img

Iscriviti alla Artuu Newsletter

Sempre dallo stesso contributor

Seguici su Instagram ogni giorno