A Pietrasanta un nuovo progetto espositivo ideato da Ivan Quaroni

Laurina Paperina, “Atomic Bomb”, acrilico su tela, 120×170 cm

 “Italian Newbrow” mette in mostra oltre sessanta lavori esposti negli spazi del Complesso di Sant’Agostino a Pietrasanta.

Dal 20 giugno al 12 settembre 2021 il progetto Italian Newbrow, ideato da Ivan Quaroni e curato da lui stesso e da Valerio Dehò, promuoverà ben oltre sessanta opere portavoci del cambiamento socio-culturale contemporaneo.

Dipinti, disegni, tavole e videoinstallazioni degli artisti Silvia Argiolas, Vanni Cuoghi, Paolo De Biasi, Fulvia Mendini, Laurina Paperina, Giuliano Sale, Giuseppe Veneziano accompagnano il visitatore in un viaggio caratterizzato da linguaggi eterogenei, portandolo a riflettere sulla società liquido-moderna teorizzata dal sociologo Zygmunt Bauman.

La parola Newbrow racchiude i termini lowbrow e highbrow, che stigmatizzano l’opposizione tra un’arte popolare e un’arte colta. La mostra Italian Newbrow vuole quindi mettere in scena la poetica, l’attitudine, l’inclinazione e le modalità di pensiero degli artisti, con le loro differenze e i loro punti di contatto.

Numerose sono le allusioni alla cultura popolare rappresentate dagli artisti Laurina Paperina, Fulvia Mendini e Giuseppe Veneziano tramite il linguaggio del fumetto, dell’illustrazione e del cinema. L’alta cultura è invece rappresentata da Vanni Cuoghi, Paolo De Biasi, Giuliano Sale e Silvia Argiolas, un viaggio ragionato e profondo tra la storia dell’arte, la letteratura, l’architettura e il design. 

Accompagna la mostra un catalogo edito da NFC Edizioni, con testi critici di Valerio Dehò e Ivan Quaroni.

Cover Photo Credits: Vanni Cuoghi, “Under blood red sky, la messa in scena della pittura”

- Artuu crede in -

spot_img

Ti potrebbe interessare...

A Pietrasanta un nuovo progetto espositivo ideato da Ivan Quaroni

Laurina Paperina, “Atomic Bomb”, acrilico su tela, 120×170 cm

 “Italian Newbrow” mette in mostra oltre sessanta lavori esposti negli spazi del Complesso di Sant’Agostino a Pietrasanta.

Dal 20 giugno al 12 settembre 2021 il progetto Italian Newbrow, ideato da Ivan Quaroni e curato da lui stesso e da Valerio Dehò, promuoverà ben oltre sessanta opere portavoci del cambiamento socio-culturale contemporaneo.

Dipinti, disegni, tavole e videoinstallazioni degli artisti Silvia Argiolas, Vanni Cuoghi, Paolo De Biasi, Fulvia Mendini, Laurina Paperina, Giuliano Sale, Giuseppe Veneziano accompagnano il visitatore in un viaggio caratterizzato da linguaggi eterogenei, portandolo a riflettere sulla società liquido-moderna teorizzata dal sociologo Zygmunt Bauman.

La parola Newbrow racchiude i termini lowbrow e highbrow, che stigmatizzano l’opposizione tra un’arte popolare e un’arte colta. La mostra Italian Newbrow vuole quindi mettere in scena la poetica, l’attitudine, l’inclinazione e le modalità di pensiero degli artisti, con le loro differenze e i loro punti di contatto.

Numerose sono le allusioni alla cultura popolare rappresentate dagli artisti Laurina Paperina, Fulvia Mendini e Giuseppe Veneziano tramite il linguaggio del fumetto, dell’illustrazione e del cinema. L’alta cultura è invece rappresentata da Vanni Cuoghi, Paolo De Biasi, Giuliano Sale e Silvia Argiolas, un viaggio ragionato e profondo tra la storia dell’arte, la letteratura, l’architettura e il design. 

Accompagna la mostra un catalogo edito da NFC Edizioni, con testi critici di Valerio Dehò e Ivan Quaroni.

Cover Photo Credits: Vanni Cuoghi, “Under blood red sky, la messa in scena della pittura”

- Artuu crede in -

spot_img

Ti potrebbe interessare...

A Pietrasanta un nuovo progetto espositivo ideato da Ivan Quaroni

Laurina Paperina, “Atomic Bomb”, acrilico su tela, 120×170 cm

 “Italian Newbrow” mette in mostra oltre sessanta lavori esposti negli spazi del Complesso di Sant’Agostino a Pietrasanta.

Dal 20 giugno al 12 settembre 2021 il progetto Italian Newbrow, ideato da Ivan Quaroni e curato da lui stesso e da Valerio Dehò, promuoverà ben oltre sessanta opere portavoci del cambiamento socio-culturale contemporaneo.

Dipinti, disegni, tavole e videoinstallazioni degli artisti Silvia Argiolas, Vanni Cuoghi, Paolo De Biasi, Fulvia Mendini, Laurina Paperina, Giuliano Sale, Giuseppe Veneziano accompagnano il visitatore in un viaggio caratterizzato da linguaggi eterogenei, portandolo a riflettere sulla società liquido-moderna teorizzata dal sociologo Zygmunt Bauman.

La parola Newbrow racchiude i termini lowbrow e highbrow, che stigmatizzano l’opposizione tra un’arte popolare e un’arte colta. La mostra Italian Newbrow vuole quindi mettere in scena la poetica, l’attitudine, l’inclinazione e le modalità di pensiero degli artisti, con le loro differenze e i loro punti di contatto.

Numerose sono le allusioni alla cultura popolare rappresentate dagli artisti Laurina Paperina, Fulvia Mendini e Giuseppe Veneziano tramite il linguaggio del fumetto, dell’illustrazione e del cinema. L’alta cultura è invece rappresentata da Vanni Cuoghi, Paolo De Biasi, Giuliano Sale e Silvia Argiolas, un viaggio ragionato e profondo tra la storia dell’arte, la letteratura, l’architettura e il design. 

Accompagna la mostra un catalogo edito da NFC Edizioni, con testi critici di Valerio Dehò e Ivan Quaroni.

Cover Photo Credits: Vanni Cuoghi, “Under blood red sky, la messa in scena della pittura”

- Artuu crede in -

spot_img

Ti potrebbe interessare...

- artuu ama -

spot_img

Iscriviti alla Artuu Newsletter

Sempre dallo stesso contributor

Seguici su Instagram ogni giorno