4 nuovi musei che apriranno nel 2022

Nonostante le difficoltà degli ultimi anni, nuovi spazi sono ora pronti a conquistare i visitatori di tutto il mondo!

Negli ultimi anni, aperture e chiusure a intermittenza hanno messo a dura prova il settore della cultura, costretto a far fronte a numerose difficoltà. Nonostante ciò, i progetti legati alla ristrutturazione e costruzione di nuovi spazi non si sono arrestati, e con l’arrivo del 2022 diversi musei sono pronti a conquistare i visitatori di tutto il mondo!

Ecco di seguito 4 luoghi della cultura che verranno inaugurati quest’anno:

Il Grande Museo Egizio di Giza, Egitto

Con un costo che supera il miliardo di dollari, il museo progettato dagli architetti Heneghan e Peng è in fase di completamento, con l’apertura prevista per novembre.

La struttura sorge vicino alle famose Piramidi di Giza e i suoi quasi 500.000 mq sono pronti a ospitare 100.000 manufatti egizi, esposti secondo un criterio cronologico che parte dalla preistoria e arriva al periodo greco-romano.

Tra questi, è presente una collezione di ben 5.000 reliquie provenienti dalla tomba di Tutankhamon e grandi oggetti come una statua in granito rosso alta 11 metri e 75 tonnellate di Ramses il Grande esposta nell’atrio e una “barca solare” in legno lunga 45 metri reperita nel 1954 alla base della Grande Piramide di Cheope.

Il Grande Museo Egizio di Giza, Khaled Desouki/AFP via Getty Images

Museo di Cluny a Parigi, Francia

Dopo 7 lunghi anni di ristrutturazione, il museo parigino dedicato al Medioevo è pronto ad aprire le proprie porte in primavera. La fase finale del progetto prevede la revisione degli allestimenti museali risalenti agli anni ‘50. Infatti, si è deciso di optare per una disposizione cronologica, salutando così il vecchio approccio tematico.

Il nuovo percorso accompagnerà i visitatori attraverso varie epoche, a partire dalle collezioni bizantine e dall’arte gotica fino al 1500. Tra le opere in mostra non mancheranno i celebri arazzi della Dama e dell’Unicorno, capolavori che rievocano i sensi umani. Altre opere imperdibili sono i pannelli in vetro colorato della Sainte-Chapelle e le statue risalenti al 13° secolo strappate durante la Rivoluzione francese dalla cattedrale di Notre-Dame e recuperate nel 1977.

Museo di Cluny a Parigi © Muchel Denancé

Il Museo del Palazzo di Hong Kong, Cina

Dopo l’apertura nel 2021 del M+ di Hong Kong, la città è pronta ad accogliere il Palace Museum, progetto da 3,5 miliardi di dollari finanziato dall’Hong Kong Jockey Club Charities Trust e dedicato ai tesori imperiali cinesi in prestito dalla Città Proibita di Pechino.

Si tratta di un enorme edificio ideato dall’architetto locale Rocco Yim, composto da 9 gallerie, un teatro da 400 posti, spazi educativi e degli asili nido.

In vista dell’inaugurazione, alcune gallerie ospiteranno circa 800 manufatti provenienti da Pechino tra cui dipinti, calligrafia, oggetti di arti decorative e libri rari, e altre si concentreranno sulla storia del collezionismo d’arte a Hong Kong e su esperienze interattive per bambini.

Il Museo del Palazzo di Hong Kong © ROCCO Design Architetti

Galleria d’arte del New South Wales di Sydney, Australia

L’inaugurazione del nuovo edificio dedicato alla Galleria d’Arte è prevista per la fine dell’anno. Si tratta di uno spazio arioso con una facciata in vetro a opera dello studio di architettura Sanaa con sede a Tokyo.

I progettisti hanno ideato un vero e proprio edificio green, caratterizzato da tetti verdi, pannelli solari e raccolta dell’acqua piovana.

Si tratta di una struttura che si collegherà alla galleria di arenaria neoclassica tramite un giardino d’arte accessibile al pubblico 24 ore su 24, con vista sul porto di Sydney.

Rappresentazione artistica dell’estensione della Sydney Modern alla Galleria d’arte del New South Wales Rendering: Kazuyo Sejima e Ryue Nishizawa/SANAA;  ©Galleria d’arte del Nuovo Galles del Sud

Cover Photo Credits: Il nuovo Nasjonalmuseet della Norvegia ha una posizione privilegiata sul fiordo nel centro di OsloFoto: Borre Hostland; per gentile concessione del museo

- Artuu crede in -

spot_img

Ti potrebbe interessare...

4 nuovi musei che apriranno nel 2022

Nonostante le difficoltà degli ultimi anni, nuovi spazi sono ora pronti a conquistare i visitatori di tutto il mondo!

Negli ultimi anni, aperture e chiusure a intermittenza hanno messo a dura prova il settore della cultura, costretto a far fronte a numerose difficoltà. Nonostante ciò, i progetti legati alla ristrutturazione e costruzione di nuovi spazi non si sono arrestati, e con l’arrivo del 2022 diversi musei sono pronti a conquistare i visitatori di tutto il mondo!

Ecco di seguito 4 luoghi della cultura che verranno inaugurati quest’anno:

Il Grande Museo Egizio di Giza, Egitto

Con un costo che supera il miliardo di dollari, il museo progettato dagli architetti Heneghan e Peng è in fase di completamento, con l’apertura prevista per novembre.

La struttura sorge vicino alle famose Piramidi di Giza e i suoi quasi 500.000 mq sono pronti a ospitare 100.000 manufatti egizi, esposti secondo un criterio cronologico che parte dalla preistoria e arriva al periodo greco-romano.

Tra questi, è presente una collezione di ben 5.000 reliquie provenienti dalla tomba di Tutankhamon e grandi oggetti come una statua in granito rosso alta 11 metri e 75 tonnellate di Ramses il Grande esposta nell’atrio e una “barca solare” in legno lunga 45 metri reperita nel 1954 alla base della Grande Piramide di Cheope.

Il Grande Museo Egizio di Giza, Khaled Desouki/AFP via Getty Images

Museo di Cluny a Parigi, Francia

Dopo 7 lunghi anni di ristrutturazione, il museo parigino dedicato al Medioevo è pronto ad aprire le proprie porte in primavera. La fase finale del progetto prevede la revisione degli allestimenti museali risalenti agli anni ‘50. Infatti, si è deciso di optare per una disposizione cronologica, salutando così il vecchio approccio tematico.

Il nuovo percorso accompagnerà i visitatori attraverso varie epoche, a partire dalle collezioni bizantine e dall’arte gotica fino al 1500. Tra le opere in mostra non mancheranno i celebri arazzi della Dama e dell’Unicorno, capolavori che rievocano i sensi umani. Altre opere imperdibili sono i pannelli in vetro colorato della Sainte-Chapelle e le statue risalenti al 13° secolo strappate durante la Rivoluzione francese dalla cattedrale di Notre-Dame e recuperate nel 1977.

Museo di Cluny a Parigi © Muchel Denancé

Il Museo del Palazzo di Hong Kong, Cina

Dopo l’apertura nel 2021 del M+ di Hong Kong, la città è pronta ad accogliere il Palace Museum, progetto da 3,5 miliardi di dollari finanziato dall’Hong Kong Jockey Club Charities Trust e dedicato ai tesori imperiali cinesi in prestito dalla Città Proibita di Pechino.

Si tratta di un enorme edificio ideato dall’architetto locale Rocco Yim, composto da 9 gallerie, un teatro da 400 posti, spazi educativi e degli asili nido.

In vista dell’inaugurazione, alcune gallerie ospiteranno circa 800 manufatti provenienti da Pechino tra cui dipinti, calligrafia, oggetti di arti decorative e libri rari, e altre si concentreranno sulla storia del collezionismo d’arte a Hong Kong e su esperienze interattive per bambini.

Il Museo del Palazzo di Hong Kong © ROCCO Design Architetti

Galleria d’arte del New South Wales di Sydney, Australia

L’inaugurazione del nuovo edificio dedicato alla Galleria d’Arte è prevista per la fine dell’anno. Si tratta di uno spazio arioso con una facciata in vetro a opera dello studio di architettura Sanaa con sede a Tokyo.

I progettisti hanno ideato un vero e proprio edificio green, caratterizzato da tetti verdi, pannelli solari e raccolta dell’acqua piovana.

Si tratta di una struttura che si collegherà alla galleria di arenaria neoclassica tramite un giardino d’arte accessibile al pubblico 24 ore su 24, con vista sul porto di Sydney.

Rappresentazione artistica dell’estensione della Sydney Modern alla Galleria d’arte del New South Wales Rendering: Kazuyo Sejima e Ryue Nishizawa/SANAA;  ©Galleria d’arte del Nuovo Galles del Sud

Cover Photo Credits: Il nuovo Nasjonalmuseet della Norvegia ha una posizione privilegiata sul fiordo nel centro di OsloFoto: Borre Hostland; per gentile concessione del museo

- Artuu crede in -

spot_img

Ti potrebbe interessare...

4 nuovi musei che apriranno nel 2022

Nonostante le difficoltà degli ultimi anni, nuovi spazi sono ora pronti a conquistare i visitatori di tutto il mondo!

Negli ultimi anni, aperture e chiusure a intermittenza hanno messo a dura prova il settore della cultura, costretto a far fronte a numerose difficoltà. Nonostante ciò, i progetti legati alla ristrutturazione e costruzione di nuovi spazi non si sono arrestati, e con l’arrivo del 2022 diversi musei sono pronti a conquistare i visitatori di tutto il mondo!

Ecco di seguito 4 luoghi della cultura che verranno inaugurati quest’anno:

Il Grande Museo Egizio di Giza, Egitto

Con un costo che supera il miliardo di dollari, il museo progettato dagli architetti Heneghan e Peng è in fase di completamento, con l’apertura prevista per novembre.

La struttura sorge vicino alle famose Piramidi di Giza e i suoi quasi 500.000 mq sono pronti a ospitare 100.000 manufatti egizi, esposti secondo un criterio cronologico che parte dalla preistoria e arriva al periodo greco-romano.

Tra questi, è presente una collezione di ben 5.000 reliquie provenienti dalla tomba di Tutankhamon e grandi oggetti come una statua in granito rosso alta 11 metri e 75 tonnellate di Ramses il Grande esposta nell’atrio e una “barca solare” in legno lunga 45 metri reperita nel 1954 alla base della Grande Piramide di Cheope.

Il Grande Museo Egizio di Giza, Khaled Desouki/AFP via Getty Images

Museo di Cluny a Parigi, Francia

Dopo 7 lunghi anni di ristrutturazione, il museo parigino dedicato al Medioevo è pronto ad aprire le proprie porte in primavera. La fase finale del progetto prevede la revisione degli allestimenti museali risalenti agli anni ‘50. Infatti, si è deciso di optare per una disposizione cronologica, salutando così il vecchio approccio tematico.

Il nuovo percorso accompagnerà i visitatori attraverso varie epoche, a partire dalle collezioni bizantine e dall’arte gotica fino al 1500. Tra le opere in mostra non mancheranno i celebri arazzi della Dama e dell’Unicorno, capolavori che rievocano i sensi umani. Altre opere imperdibili sono i pannelli in vetro colorato della Sainte-Chapelle e le statue risalenti al 13° secolo strappate durante la Rivoluzione francese dalla cattedrale di Notre-Dame e recuperate nel 1977.

Museo di Cluny a Parigi © Muchel Denancé

Il Museo del Palazzo di Hong Kong, Cina

Dopo l’apertura nel 2021 del M+ di Hong Kong, la città è pronta ad accogliere il Palace Museum, progetto da 3,5 miliardi di dollari finanziato dall’Hong Kong Jockey Club Charities Trust e dedicato ai tesori imperiali cinesi in prestito dalla Città Proibita di Pechino.

Si tratta di un enorme edificio ideato dall’architetto locale Rocco Yim, composto da 9 gallerie, un teatro da 400 posti, spazi educativi e degli asili nido.

In vista dell’inaugurazione, alcune gallerie ospiteranno circa 800 manufatti provenienti da Pechino tra cui dipinti, calligrafia, oggetti di arti decorative e libri rari, e altre si concentreranno sulla storia del collezionismo d’arte a Hong Kong e su esperienze interattive per bambini.

Il Museo del Palazzo di Hong Kong © ROCCO Design Architetti

Galleria d’arte del New South Wales di Sydney, Australia

L’inaugurazione del nuovo edificio dedicato alla Galleria d’Arte è prevista per la fine dell’anno. Si tratta di uno spazio arioso con una facciata in vetro a opera dello studio di architettura Sanaa con sede a Tokyo.

I progettisti hanno ideato un vero e proprio edificio green, caratterizzato da tetti verdi, pannelli solari e raccolta dell’acqua piovana.

Si tratta di una struttura che si collegherà alla galleria di arenaria neoclassica tramite un giardino d’arte accessibile al pubblico 24 ore su 24, con vista sul porto di Sydney.

Rappresentazione artistica dell’estensione della Sydney Modern alla Galleria d’arte del New South Wales Rendering: Kazuyo Sejima e Ryue Nishizawa/SANAA;  ©Galleria d’arte del Nuovo Galles del Sud

Cover Photo Credits: Il nuovo Nasjonalmuseet della Norvegia ha una posizione privilegiata sul fiordo nel centro di OsloFoto: Borre Hostland; per gentile concessione del museo

- Artuu crede in -

spot_img

Ti potrebbe interessare...

- artuu ama -

spot_img

Iscriviti alla Artuu Newsletter

Sempre dallo stesso contributor

Seguici su Instagram ogni giorno