I Musei d’arte italiani riaprono i battenti. Ma la ripartenza sarà graduale e con ingressi contingentati, prenotazioni obbligatorie, segnaletica per il distanziamento sociale, mascherine.

Musei, gallerie e fondazioni stanno progressivamente riaprendo. Tra le tante misure di sicurezza e distanziamento sociale, si potrà tornare ad ammirare le opere d’arte e visitare i propri musei preferiti. Ecco 10 musei da visitare nella fase due!

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

#centropecciextra giorno 67⁠ ⁠ L’immagine della bandiera rappresenta per Andreco il concetto di mutualismo. Gli organismi in rapporto mutualistico traggono infatti beneficio l’uno dall’esistenza dell’altro. Queste rocce, da un certo punto di vista, hanno attivato tra loro un processo simbiotico mutualistico. ⁠ Per Andreco si può sfuggire dalla catastrofe attuale in primo luogo cambiando il punto di vista da antropocentrico ad ecocentrico, considerarsi cioè parte di un mondo, di un ecosistema complesso ed interconnesso, fatto di esseri umani ma anche di altri animali, di piante, di materia organica ed⁠ inorganica che interagisce, si trasforma continuamente seguendo variabili sensibilissime.⁠ Questa è l’unica strada per uscire dalla crisi, ricordarsi che “tutto quello che abbiamo siamo noi stessi”, noi inteso come l’intero pianeta terra, l’universo ed oltre. “All we can have is Each other”.⁠ ⁠ @andreco_ @traffic_gallery @climate_art_project #art #performance #artforfuture #activism #climateaction #climatestrike #climatechange⁠ #pecciextraflags #noiriapriamo #reopening #riapertura ⁠

Un post condiviso da Centro Pecci (@centropecci) in data:

1 – Centro Pecci  

Il Centro Pecci riapre gratuitamente fino al 3 giugno, per tutti i visitatori. Vi aspetta una ricca programmazione in piena sicurezza, dal giovedì alla domenica dalle ore 12:00 alle ore 20:00. Fino al 23 agosto si potrà visitare The Missing Planet e scoprire la video Installazione Interregnum di Adrian Paci,che dialoga con essa. La mostra indaga le principali ricerche artistiche sviluppate nelle ex repubbliche sovietiche tra gli anni Settanta e oggi. Fino al 28 giugno si potrà tornare a vedere la personale di Mohamed Keita: KENE/Spazio, mostra che esplora l’Africa, vissuta dall’artista quando era bambino, che si volge a creare uno spazio dove i ragazzi possano imparare cosa sia la fotografia, come punto di partenza verso un’educazione primaria e un accrescimento culturale. Inoltre fino al 13 settembre sarà possibile visionare il progetto Extra Flags, che è stato simbolo di resistenza del centro pecci, insieme alle iniziative online, durante il periodo della chiusura forzata a causa del Covid 19.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Ma come!

Un post condiviso da Fondazione Sandretto (@fondazionesandretto) in data:


2 – Fondazione Sandretto Re Rebaudengo

La Fondazione Sandretto Re Rebaudengo ha riaperto al pubblico garantendo percorsi in totale sicurezza. Si ci potrà recare presso la fondazione, dalle 12 alle 19 nei giorni: 30 maggio, 31 maggio, 2 giugno, 6 giugno e 7 giugno. Fino al 7 giugno sarà possibile visitare la personale di Berlinde De Bruyckere, Aletheia. La mostra esplora temi legati alla sofferenza del corpo, attraverso la memoria per arrivare ad una necessità di superamento e trasformazione. Un percorso di forte impatto emotivo, che attraverso la propria materialità, invita a riflettere sulla condizione umana. I visitatori saranno accolti dalle mediatrici culturali, che coniugheranno il dialogo e le informazioni sulla mostra con le norme di sicurezza, garantendo il rispetto del distanziamento sociale. Si dovrà necessariamente prenotare la visita, inviando una mail a biglietteria@fsrr.org  o telefonando al numero: +39 011 37.97.600, specificando il giorno e l’orario. Per i possessori della tessera Abbonamento musei, dovrà essere specificato nome e cognome, numero di tessera e recapito telefonico.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

#RiaperturaMusei Il momento tanto atteso è arrivato! 👉 #MAMbo e #MuseoMorandi riaprono da domani 19 maggio, con #nuoviorari: martedì, mercoledì, giovedì, venerdì h 14.00–18.30 sabato, domenica h 11.00–18.30 lunedì chiuso Riaprono anche le altre sedi del’Area rte Moderna e Contemporanea dell’Istituzione #BolognaMusei: 👉 #CasaMorandi da sabato 23 maggio, nuovi orari: sabato h 15.30 – 18.30; domenica-venerdì chiuso 👉 #MuseoperlaMemoriadiUstica da sabato 23 maggio, nuovi orari: sabato e domenica h 10.00 – 18.30; lunedì-venerdì chiuso Per poter garantire la miglior tutela dei visitatori ed evitare al massimo il rischio di contagio, l’Istituzione Bologna Musei ha attivato le necessarie misure di #sicurezza per il contenimento del #COVID19. L’accesso e la permanenza all’interno di tutte le sedi dell’Istituzione è facilitato dalla presenza di alcuni ausili, quali una segnaletica specifica, anche direzionale, cartelli e un’informativa cartacea consegnata all’ingresso, con una versione rivolta specificatamente ai bambini. Informazioni utili per una visita in sicurezza dal 👉 link in bio @comunedibologna @bolognamusei @regione_emiliaromagna @ibcemiliaromagna @cardcultura @bolognawelcome #riapertura #riaperture #mambobologna #museibologna Immagine: veduta della Collezione Permanente MAMbo, sezione Officina d’Arte Italiana. In foto opere di Maurizio Cattelan, Paola Pivi e Francesco Vezzoli.

Un post condiviso da Museo d’Arte Moderna Bologna (@mambobologna) in data:

3 – MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna

Il museo d’arte moderna di Bologna ha riaperto in totale sicurezza. Si potrà visitare il museo nei seguenti giorni: martedì, mercoledì, giovedì e venerdì dalle 14.00 alle 18.30. Il sabato e la domenica dalle 11.00 alle 18.30. Lunedì chiuso. Fino al 20 settembre sarà possibile vistare la mostra Galleria de’ Foscherari 1962 – 2018, allestita nella Project Room del MAMbo. Il percorso ricostruisce la nascita e lo sviluppo di un punto di riferimento per l’arte contemporanea a Bologna, evidenziando gli aspetti di essa come l’attenzione alla tradizione, l’interesse per la ricerca e la continua sperimentazione. È attivo il servizio di prevendita online dei biglietti sul sito  con un costo maggiorato di € 1,00.

 


4- Pirelli Hangar Bicocca

Pirelli Hangar Bicocca è aperto al pubblico tutti i sabati e le domeniche, dalle 10.30 alle 20.30. Fino al 26 luglio sarà possibile scoprire nello spazio delle Navate la mostra the Illuminating Gas di Cerith Wyn Evans, ideata come una composizione armonica di luce, energia e suono. La ricerca dell’artista si focalizza sulla percezione, sul linguaggio e sulla comunicazione, mettendo in discussione la nostra visione della realtà. La capienza massima all’interno della mostra di Cerith Wyn Evans sarà di 200 persone. Fino al 10 gennaio si potrà ammirare nello spazio dello Shed, the eye, the eye and the ear di Trisha BagaLa mostra indaga la relazione tra il corpo e la tecnologia, riunendo opere che comunicano il rapporto tra realtà e dimensione digitale. La capienza massima all’interno della mostra di Trisha Baga sarà di 100 persone Gli ingressi sono contingentati nella quantità e nella frequenza e separati per entrata e uscita per evitare assembramenti ma non è necessaria la prenotazione online.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un giorno al MAXXI? Ti aspettiamo nei nostri spazi per studiare, in Biblioteca e nel Centro Archivi MAXXI Architettura, per prenderti una pausa, in caffetteria Palombini al MAXXI, oppure per regalarti una coccola, da sfogliare o di design, nella Booktique del Museo. A te la scelta! Scopri come prenotare e accedere in sicurezza a tutti i nostri servizi. Il MAXXI riparte da te! 👉 link in bio e nelle stories . . A day at MAXXI? We are waiting for you in our spaces to study, in the Library and the MAXXI Architettura Archives Centre, to take a break, in the Palombini cafe, or to cuddle you with a book or design memorabilia, in the Museum Booktique. The choice is yours! Discover how to book and safely access all our services. MAXXI restarts from you! 👉 link in bio and stories ___ Foto © Fondazione MAXXI #museomaxxi #maxximuseum #museo #roma #museum #maxxi #wheninrome #museitaliani #ilmaxxiripartedate @mibact @regionelazio.official @enelgroup @palombinialmaxxi @booktique_store @roma @igers.roma

Un post condiviso da MAXXI (@museomaxxi) in data:


5 – Museo Maxxi

Anche il museo Maxxi sarà pronto ad accogliere i visitatori che potranno visitare nel mese di maggio. Fino al 31 maggio il museo sarà aperto il venerdì, il sabato e la domenica, dalle ore 11:00 alle ore 19:00; mentre dal 2 giugno nei consueti giorni e orari di apertura museali. In mostra Gio Ponti. Amare L’architettura con materiali archivistici, modelli, fotografie, libri, riviste, e oggetti che permettono di scoprire un protagonista della produzione italiana di architettura. Dal 2 giugno si potrà visitare Real_Italy, che presenta le opere vincitrici nel 2017 delle prime due edizioni del bando Italian Council della Direzione Generale Creatività Contemporanea del MiBACT. La mostra si pone l’obiettivo di incentivare il sostegno e la promozione degli artisti italiani all’estero. Obbligatorio pre-acquistare il biglietto online su maxxi.vivaticket.itÈ possibile acquistare anche last minute in biglietteria, previa verifica disponibilità di capienza nel rispetto del distanziamento fisico. Per informazioni riguardo prenotazioni, acquisto e progetti educativi è possibile chiamare il numero 3386419518 da lunedì a venerdì, dalle ore 9:30 alle ore 13:00. Per accedere al Museo è necessario firmare un’autocertificazione.

 


6- Museo Madre

Il museo Madre è nuovamente visitabile con i seguenti orari: lunedì, mercoledì e sabato dalle ore 10.00 alle ore 19.30. Domenica dalle ore 10.00 alle ore 20.00 – chiuso il Martedì. Il Museo ha definito un piano di acceso, limitando gli ingressi ad un massimo di 20 persone all’ora, attraverso un percorso unidirezionale. Fino al 29 giugno si potrà visitare la mostra I sei anni di Marcello Rumma 1965-1970, che celebra la carriera dell’artista che rinnovò un intero territorio, trasformandolo in un laboratorio intellettuale. È raccomandato l’acquisto online dei biglietti per regolamentare i flussi a questo sito.

 


 7-  Fondazione Pistoia Musei

Fondazione Pistoia Musei riapre al pubblico previa prenotazione telefonica obbligatoria. Fino al 26 luglio sarà possibile vedere la mostra di Sebastião Salgado: exodus. In cammino sulle strade delle migrazioni. La mostra si pone l’obiettivo di raccontare la storia contemporanea analizzando i momenti drammatici dei singoli individui, attraverso un corpus di 180 fotografie. L’accesso sarà consentito esclusivamente previa prenotazione telefonica per gestire e contingentare il flusso dei visitatori, Per le prenotazioni telefoniche si potrà chiamare al numero +39 0573 974267, tutti i giorni dalle ore 9:00 alle 13:00 e dalle ore 14:00 alle ore 18:00.

 


8– Palazzo Strozzi

Dal 1 giugno sarà possibile tornare anche a Palazzo Strozzi, per ammirare la personale di Tomás Saraceno, Aria, che resterà visitabile fino al 1 novembre. Tutti i giorni inclusi i festivi dalle ore 14.00 alle ore 20.00. Il giovedì dalle ore 14.00 alle ore 23.00. Sarà possibile prenotare, scrivendo alla mail: prenotazioni@palazzostrozzi.org  o chiamando dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 18.00 al numero +39 055 2645155. Inoltre si potrà prenotare online il proprio biglietto online a questo link. Attraverso un percorso tra opere immersive, la mostra volge lo sguardo al cosmo, invitando il visitatore a cambiare punto di vista sulla realtà e ad entrare in contato con elementi non umani.

 


9 – Castello di Rivoli

Il castello di Rivoli ha accolto nuovamente i visitatori, che potranno acquistare il proprio biglietto e prenotare le visite guidate sul sito. Il castello sarà aperto il giovedì dalle ore 10:00 alle ore 17:00; il venerdì, il sabato e la domenica dalle ore 10:00 alle ore 19:00 – lunedì, martedì, mercoledì chiuso. Grazie all’apertura il pubblico potrà tornare a visitare la mostra Di fronte al collezionista. La collezione di Uli Sigg di arte contemporanea cinese a cura di Marcella Beccaria e che vede esposte importanti opere, tra gli altri, di Feng Mengbo, Ai Weiwei, Shao Fan, Liu Ding, Mao Tongqiang, Sun Yuan & Peng Yu e Zhang Xiaogang; la mostra Giorgio Morandi. Capolavori dalla Collezione di Francesco Federico Cerruti, a cura di Carolyn Christov-Bakargiev, con Fabio Cafagna e Laura Cantone; il Progetto speciale James Richards. Alms for the Birds e la mostra Claudia Comte. Come crescere e avere sempre la stessa forma, curate da Marianna Vecellio, che affronta i temi del cambiamento climatico, dell’ecologia e dell’inquinamento, attraverso installazioni ambientali unite alla tecnologia digitale. Per accedere agli spazi è necessario compilare un’autocertificazione sullo stato di salute prevista dalla normativa, scaricabile qui. Per info e prenotazioni si può chiamare il numero +39 011 9565222 o il numero +39 011 9565213 oppure scrivere alla mail educa@castellodirivoli.org

10-  MACTE – Museo di Arte Contemporanea di Termoli

Il museo MACTE riapre al pubblico con una mostra in ricordo dell’artista Nanda Vigo, recentemente scomparsa. Il museo seguirà il seguente orario ridotto fino al 30 giugno 2020: il mercoledì e la domenica dalle ore 17.00 alle ore 20.00. Chiuso il lunedì e martedì. La mostra, Nanda Vigo Light Project 2020visitabile fino al 13 settembre, ripercorre i punti salienti della ricerca artistica di Nanda Vigo dagli anni settanta ad oggi, che per prima sperimentò il connubio tra arte, architettura e design.