Art Rights è una nuova piattaforma a supporto della gestione e certificazione delle opere d’arte, per tutelare e favorire gli artisti, i collezionisti e gli operatori di settore.

“Dietro ogni startup c’è una visione, la nostra è stata quella di supportare l’arte, gli artisti e i professionisti nel loro percorso quotidiano con l’aiuto delle nuove tecnologie. Oggi stiamo vivendo una vera e propria corsa all’oro digitale, una nuova Era per il mondo dell’Arte, alla ricerca di strumenti e opportunità online per far fronte alla fisicità perduta”. Andrea Concas, Founder Art Rights

In Italia è pari a 218 milioni di euro il valore delle opere false sequestrate dal Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale per il settore del contemporaneo, dato in continua crescita di anno in anno. Un’opera d’arte su due immessa nel mercato risulterebbe falsa e questo perché? Perché non c’è controllo sufficiente sulla storia dell’opera, sui suoi movimenti, prestiti e atti di vendita. Dietro ogni opera, infatti, esiste un percorso a cui prende parte l’artista, insieme a gallerie, collezionisti, case d’asta, fiere e musei coinvolgendo altrettanti professionisti nella gestione e valorizzazione delle opere.

A tutela dell’opera d’arte e della sua certificazione nasce Art Rights, la prima piattaforma digitale a valenza legale per gestire, certificare e proteggere le opere d’arte a favore di Artisti, Collezionisti e Operatori di settore. Il fondatore, Andrea Concas, lancia Art Rights affinché diventi protocollo di scambio e verifica delle informazioni, attraverso un sistema unico di convalida dello storico delle opere e del corredo documentale da parte di più professionisti a favore dell’autenticità, provenance e in sede di due diligence. Attraverso Art Rights sarà possibile costruire una community internazionale dell’Arte dove gli utenti potranno confermare la veridicità delle informazioni sulle opere, creando così una catena di valore e un vero e proprio passaporto digitale dell’opera d’arte, privato e personale, ma verificabile in completa privacy e sicurezza.

Sono già migliaia i player dell’arte che stanno creando gli Attestati Art Rights, sicuri e non falsificabili, per dimostrare la paternità, provenienza e autenticità delle proprie opere d’arte, con un avanzato sistema tecnologico tra Blockchain e Intelligenza Artificiale, a tutela del Diritto d’Autore. Attraverso la piattaforma non sarà solo possibile certificare le opere d’arte, ma gli utenti potranno attingere a vari servizi come l’Art Manager per la gestione della collezione, e un esclusivo Art Concierge per entrare in contatto con i migliori professionisti dei servizi a supporto della gestione e valorizzazione delle raccolte d’arte. Con Art Rights anche gli artisti emergenti possono creare il proprio Archivio Digitale: la piattaforma permette di gestire le informazioni sulle opere di primo e secondo mercato, per ogni medium, tecnica e tipologia, nel rispetto dei protocolli PACTA del Ministero dei Beni Culturali per l’autenticità, la cura e la tutela dell’arte contemporanea, insieme ai requisiti di proposta per la vendita nelle maggiori Case d’Asta e gli standard assicurativi.