Si chiama  Artist Residency Swap, e permette agli artisti di vivere esperienze all’estero diverse dalla classica residenza. Gratuitamente.

Non c’è dubbio: per un giovane (o meno giovane) artista le esperienze all’estero sono di primaria importanza. Per accrescere il proprio bagaglio, entrando in contatto con culture diverse. Per respirare un’aria nuova, trovare nuovi stimoli, scoprire come si lavora e si vive d’arte lontano da casa. Tuttavia, prendere e partire non è sempre così semplice: in generale si possono incontrare difficoltà, prima tra tutte quella economica, seguita dalle rigide selezioni ai programmi di residenza più prestigiosi. Una interessante soluzione, come ormai spesso accade, arriva dalla rete.

La homepage del sito

Su Artist Residency Swap gli artisti creano il proprio profilo, inseriscono lo studio e la casa (facoltativo) da scambiare. Raccontano della scena artistica presente nel quartiere e in città. Ed entrano in contatto tra loro, per dare vita a questa esperienza alternativa. Non solo uno scambio di luoghi fisici, ma anche di contatti e di esperienze. Al momento l’organizzazione delle esperienza spetta agli artisti stessi: il tutto avviene via chat privata e il sito non fornisce intermediazione. Il sito è gratuito per gli artisti, e vive grazie ai finanziamenti che la Finlandia (paese di residenza dei fondatori) mette a disposizione dei progetti legati all’arte.