L‘artista olandese Levi van Veluw ha realizzato alla Tenuta dello Scompiglio di Lucca un’opera senza precedenti: Sanctum, un’installazione che indaga la storia e la spiritualità religiosa attraverso l’arte. Se siete nei paraggi avete tempo fino al 22 settembre per ammirarla!

Classe 1985, dal 2007 Levi van Veluw produce opere multidisciplinari che includono installazioni scenografiche, fotografie, film, sculture, dipinti e disegni. I suoi lavori sono stati esposti in molte località in Europa e negli Stati Uniti, guadagnandosi un certo numero di nomination e premi. L’installazione di Lucca, curata da Angel Moya Garcia e intitolata Sanctum, rappresenta l’opera che eleva l’arte alla fede religiosa; attraverso questa installazione, infatti, Levi vuole generare un’esperienza mistica e sacrale, attraverso il coinvolgimento sensoriale e interiore dello spettatore. L’artista ha basato Sanctum sul primo edificio religioso, il Tabernacolo, chiamato anche la tenda delle riunioni. Questa tenda serviva da luogo di culto e simboleggiava la presenza di Dio in mezzo a coloro che si erano radunati. L’interno del Tabernacolo consisteva in tre spazi sacri in gradazione ascendente: il Cortile (o Piazzale), il Luogo Sacro e il Santuario (o Sancta Sanctorum).

SEI UNA GALLERIA O UN ARTISTA? POSSIAMO AIUTARTI CON LA TUA PROMOZIONE! contattaci

Levi van Veluw, Sanctum. Installazione ambientale di 300 m2. Fotografie di Guido Mencari | www.gmencari.com. Courtesy l’artista e Associazione Culturale Dello Scompiglio

Come il Tabernacolo, l’opera di Levi van Veluw presenta simmetria e armonia, per esprimere lo sforzo verso la perfezione divina. Giocando con la composizione secolare della struttura religiosa, Levi attira lo spettatore sempre più in profondità nel Santuario. Dopo una lunga discesa, un misterioso bagliore blu scuro traspare attraverso una stretta fessura nel muro. Il visitatore entra attraverso questa apertura in uno spazio sotterraneo dal soffitto altissimo, il Piazzale. Enormi colonne emergono da entrambi i lati e montagne di carbone finto sono sparse per tutto il pavimento, mentre il sentiero nel centro è tenuto aperto. Forme statiche inserite in sequenze ripetitive accompagnano lo spettatore fino a quello che sembra essere un ambiente rituale, il Santuario. Mentre dell’acqua profumata scorre attraverso un modello ordinato di incisioni geometriche nel pavimento, al centro campeggia una cappella, composta da una rete dettagliata di griglie, scatole e aperture, il Sancta Sanctorum. Se il modello da cui l’artista ha tratto ispirazione è chiaro; tuttavia non lo è altrettanto il fine ultimo. Si tratta di un’apertura verso un nuovo mondo in cui la religione, ancora una volta, svolge un ruolo importante? Oppure l’artista usa i simbolismi esistenti per attirare la mente verso una nuova religione? Al visitatore l’ardua sentenza.

Levi van Veluw, Sanctum. Installazione ambientale di 300 m2. Fotografie di Guido Mencari | www.gmencari.com. Courtesy l’artista e Associazione Culturale Dello Scompiglio

Cresciuto in una città fortemente riformista come Nijkerk nei Paesi Bassi, Levi van Veluw è stato affascinato dalla Chiesa e dai suoi rituali sin dalla sua prima giovinezza. La complessità e la convinzione con cui la fede veniva proclamata nella sua congregazione han generato una forte seduzione religiosa, che ha ispirato la sua produzione artistica. Allo stesso tempo incuriosiscono Levi anche i moderni movimenti spirituali, che fanno un gran uso di simboli religiosi. Nel corso dei secoli, nelle culture di tutto il mondo, la religione ha svolto un ruolo importante nello sviluppo dell’arte, dell’architettura e della narrazione. Van Veluw è partito dalla constatazione che la maggior parte delle persone pratica la propria fede nei luoghi di culto, usando oggetti sacri ed eseguendo rituali specifici. In tal senso Levi ha studiato meticolosamente il ricco linguaggio formale e il potere dell’immaginazione che conduce le persone alla fede religiosa. All’interno di questa ricerca, l’artista  ha scelto di esplorare come le varie religioni operino nella mente dei fedeli attraverso la forma e l’immagine. Con le sue installazioni, quindi, vuole capire se lui, in qualità di artista, sia in grado di provocare un’esperienza spirituale reale e profonda nel visitatore.

SEI UNA GALLERIA O UN ARTISTA? POSSIAMO AIUTARTI CON LA TUA PROMOZIONE! contattaci

Levi van Veluw, Sanctum. Installazione ambientale di 300 m2. Fotografie di Guido Mencari | www.gmencari.com. Courtesy l’artista e Associazione Culturale Dello Scompiglio

VISITA IL SITO DELL’ARTISTA

SEI UNA GALLERIA O UN ARTISTA? POSSIAMO AIUTARTI CON LA TUA PROMOZIONE! contattaci