L’idea di Florence Schechter di creare un museo per celebrare l’organo genitale femminile sembra essere diventata realtà.

È iniziato tutto con un tweet, un paio d’anni fa. Florence Schechter, comunicatrice scientifica, nonché attrice, videomaker e presentatrice inglese, comunicò sui social l’importanza di dar vita a un luogo, o meglio a un museo, per celebrare l’organo genitale femminile. Oltre che parte anatomica un simbolo importantissimo di emancipazione, da valorizzare, nonché potente strumento di sensibilizzazione. Da allora, superata l’iniziale ironia dilagata sui social network, il progetto ha acquisito notevole credibilità, e attirato moltissimo interesse, raccogliendo i fondi necessari per prendere vita. Oggi pare proprio di essere arrivati al dunque e, il prossimo autunno, il Museo della Vagina dovrebbe aprire i battenti a Brighton.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Vagina Museum (@vagina_museum) in data:

Il museo sarà un luogo di dialogo e sensibilizzazione su temi fondamentali come la discriminazione di genere e la violenza sessuale. Dove le opere d’arte, affiancate a un percorso scientifico, giocheranno un ruolo importante. Non resta che attendere qualche mese per la conclusione dei lavori, augurandosi che non ci siano intoppi. Curiosi di scoprire artisti e opere che popoleranno le sale del Museo della Vagina. STAY TUNED!

Immagini copertina Facebook via Instagram/vagina_museum