Arte Contemporanea e Chiesa Cattolica insieme per diffondere un messaggio di accoglienza.

Una nuova e stranissima amicizia/collaborazione è ufficialmente sbocciata! Pontifex, alias Papa Francesco, ha infatti incontrato per la seconda volta l’artista spagnolo Domigo Zapata, questa volta accompagnato dal collega Mr. Brainwash, per realizzare un’opera a 3 mani. Avete capito bene! Obiettivo: lanciare un messaggio di sensibilizzazione sul tema migranti.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Domingo Zapata (@domingozapata) in data:

La “performance” si è tenuta il 21 marzo in Vaticano. Zapata, che si definisce “un cittadino del mondo e migrante costante” ha più volte manifestato la sua disapprovazione verso politiche che prevedano l’allontanamento, la costruzione di muri e barriere e la volontà a non accogliere chi in difficoltà. L’opera sarà messa in asta, naturalmente per beneficienza, in data da determinare.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Domingo Zapata (@domingozapata) in data:

Zapata diventa così ambasciatore di Scholas Occurrentes, l’organizzazione del pontefice per la promozione dell’educazione artistica. Questa è in realtà la seconda opera realizzata da Zapata con Papa Francesco. La prima fu dipinta a sorpresa lo scorso maggio, quando l’artista si trovava in visita al pontefice che, inaspettatamente, gli chiese di spennellare insieme.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Domingo Zapata (@domingozapata) in data:

Fonte Artnet News

Immagine di copertina: credit Domingo Zapata