La Street Art e’ uno dei movimenti artistici ad oggi più estesi al mondo: un fenomeno dinamico, in continua evoluzione, i cui confini sono spesso difficili da definire. Ma in cosa consiste realizzare un intervento di Arte Urbana? Quali sono le tipologie di tecniche? E in base a quali criteri agiscono gli street artist tra le strade delle città?

Zed 1, Grosseto (2015). Ph by Marco Fabri

In parole semplici, può definirsi Street Art tutta quell’arte pubblica (spesso non autorizzata) che compare tra le strade delle città. In realtà e’ piuttosto complesso rispondere alla domanda “che cos’è la Street Art?”, in quanto con questo unico termine si tende a definire un fenomeno dinamico ed in continuo sviluppo, che muta costantemente i suoi confini sia nelle ideologie che nelle modalità espressive.
Abbandonando l’idea di dare una specifica definizione all’arte di strada, si può comunque rispondere ad alcune domande fondamentali per capire come funziona questo movimento artistico: quali sono le tecniche utilizzate? In base a quali criteri viene realizzato un intervento? Come viene percepita la città da un artista urbano?

Ron English, Berlino (2017). Ph by Marco Fabri

Le principali tecniche di realizzazione sono riassumibili in cinque diverse categorie: Stencil Art, Poster Art, Sticker Art, Scultura di Guerriglia e Muralismo. Tuttavia non esiste una vera e propria distinzione: queste tecniche vengono frequentemente “combinate”, in modo tale da creare un’opera che possa essere adatta al tipo di spazio scelto e alle ideologie e capacità tecniche dell’artista. Così come un pittore predilige una tipologia di materiale che si addice di più al proprio modo di esprimersi, uno street artist sceglie la tipologia di spazio in cui intervenire. Allo stesso tempo, però, la città non è intesa come un semplice supporto, ma come un luogo di interazione tra il pubblico e il messaggio che l’artista lascia. Si tratta molto spesso di lavori site specific, ovvero realizzati appositamente per quel contesto e che ricollocati in un altro assumerebbero differenti significati e valori. In molti casi, il site specific non è limitato ad un luogo fisico ristretto, ma si allarga a comprendere lo studio della cultura locale e la conoscenza delle persone che lo abitano. La qualità di un’opera di Street Art può essere determinata dal grado di consapevolezza dell’artista nei confronti del supporto e dal messaggio che lascia ai cittadini, oltre che dalle qualità tecniche ed estetiche.

Cranio, Berlino (2017). Ph by Marco Fabri

Con questo tipo di approccio consapevole edifici, strade, quartieri e zone in degrado possono essere valorizzate, seppur da opere d’arte effimere, con un tempo di vita limitato. Valorizzazione, infatti, è il termine adeguato con il quale definire questi interventi, al contrario di “riqualificazione” o “decoro”, che erroneamente vengono associati alle opere d’arte urbane. L’arte tutta, in generale, tende a sottrarsi alla mera funzione decorativa, per elevarsi a qualcosa di più alto e costituire un valore aggiunto sia per l’ambiente sia per la vita delle persone che lo abitano.
Spesso accade, però, che la città venga intesa come un luogo di facile visibilità, nel tentativo di attirare l’attenzione dei galleristi e dei collezionisti. E così alcuni street artist diventano veri e propri brand, vedi Shepard Fairey, i quartieri di arte urbana delle grandi città attirano sempre più interesse, diventando zone di forte gentrificazione.

Victor Ash, Berlino (2017). Ph by Marco Fabri

Quello dell’arte di strada rimane un tema avvolto da disinformazione e confusione, anche all’interno del mondo dell’arte stesso. L’ interpretazione delle opere di street art è nelle mani dei cittadini – in cui sono compresi critici d’arte e forze dell’ordine – che, direttamente dalla strada, sono liberi di crearsi una propria opinione, senza che questa possa essere filtrata da pannelli informativi o didascalie, o da istituzioni, come i musei, che rendono automaticamente arte un’opera per il semplice fatto che essa vi si trovi all’interno, istituzionalizzandola appunto, e sottraendola a quel vivo dibattito che infiamma le città. La Street Art, così, ci porta a cercare di dare una risposta all’eterna domanda “che cos’è l’arte?”.

Foto di Marco Fabri