Passano da una stanza all’altra. Cadono dal soffitto come cascate di colore, si aggrovigliano agli infissi fatiscenti e abbracciano le grandi volte sciupate dal tempo. 60mila volantini colorati pinzati fra loro fluttuano sui vecchi muri di mattoni.

MAGMA, Their voices, Magazzino darsena Cervia. Courtesy of the artist.

Un vecchio convento a Bagnacavallo, Ravenna. Dentro 60mila volantini colorati pinzati fra loro fluttuano sui vecchi muri di mattoni. Passano da una stanza all’altra. Cadono dal soffitto come cascate di colore, si aggrovigliano agli infissi fatiscenti e abbracciano le grandi volte sciupate dal tempo. Si tratta di una delle ultime installazioni di Magma, collettivo composto da Alex Montanaro, Ambrogio Sarni e Enrico Minguzzi che unisce arti visive e musica elettronica di ricerca. Un progetto culturale nato a Cervia (Ravenna) nel 2013 dove l’arte contemporanea si fonde con la storia locale.

MAGMA, Their voices, Magazzino darsena Cervia. Courtesy of the artist.

La prossima location? Un bosco. Sabato 7 luglio sarà la volta di “Terrena”, un nuovo festival che si svolge nella bassa Romagna, precisamente a Fusignano. Un appuntamento open air dove  l’ambiente suggestivo dialogherà con arte e panorama musicale di ricerca. All’interno del boschetto locale, alle 18.30, sarà inaugurata l’installazione “P.02” di Enrico Minguzzi, letteralmente immersa nella natura circostante. La serata continuerà nel prato lì accanto dove si potrà cenare (portando il proprio pic-nic) e ascoltare i suoni di Young Marco (Dj set).

MAGMA, Their voices, Magazzino darsena Cervia. Courtesy of the artist.

La scelta dei luoghi dove organizziamo gli eventi Magma è ricaduta su edifici “abbandonati”, dimenticati o nei confronti dei quali c’è sempre stata una scarsa attenzione, perlomeno da parte dei giovani – racconta l’artista Enrico Minguzzi di Magma -. Luoghi carichi di storia simbolo del luogo in cui sorgono, in questo caso della riviera romagnola. Parliamo del Magazzino Darsena di Cervia o dell’ex discoteca Woodpecker di Milano Marittima. Questi contenitori, per via delle loro caratteristiche, sono divenuti contenuto stesso degli appuntamenti che proponiamo al pubblico”.

MAGMA, Their voices, Magazzino darsena Cervia. Courtesy of the artist.

Tutto è nato con l’idea di “portare sul nostro territorio una serie di eventi differenti – continuano gli organizzatori -. Non era la ricerca di un nuovo divertimento fine a se stesso, a Cervia e Milano Marittima le discoteche non sono mai mancate, era piuttosto la ricerca di un “divertimento” caratterizzato da un risvolto culturale”.

MAGMA, Their voices, Magazzino darsena Cervia. Courtesy of the artist.

La proposta musicale è ricercata nel panorama europeo. Per citare alcuni nomi, agli eventi Magma in questi anni hanno suonato Biosphere, Roly Porter, Aisha Devi, Caterina Barbieri, Croatian Amor, Samuel Kerridge, Robert Lippok , Kyoka e Peder Mannerfelt.

Infine c’è il fronte delle arti visive. “Ci troviamo spesso a confronto con dei contenitori decisamente imponenti – conclude Enrico Minguzzi -, dalle connotazioni quasi monumentali; è per questo che negli ultimi tempi abbiamo scelto tipologie di interventi capaci di instaurare un dialogo con l’ambiente circostante. Alcuni esempi sono l’installazione di luci e laser pensata da Ortographe per il Magazzino Darsena di Cervia, l’allestimento di “Colore?” di Daniele Torcellini o “Superfici praticabili” di CaCO3 presso il convento di San Francesco a Bagnacavallo. Ci siamo messi in gioco anche direttamente realizzando installazioni come ad esempio “About Dreams”, dove circa 60.000 volantini pinzati tra loro formavano mastodontici flussi di colore che si sviluppavano attraverso gli spazi del Convento di San Francesco di Bagnacavallo”.

Woodpecker Milano Marittima. Courtesy of the artist.

Il collettivo oggi collabora con i  comuni di Cervia e di Bagnacavallo. Lì (precisamente a Villanova di Bagnacavallo) il 28 luglio ci sarà il closing part y di Terrena. E il convento San Francesco, sempre di Bagnacavallo, dal 27 al 30 settembre ospiterà il festival San Michele Off.

Tutte le informazioni sull’evento “Terrena” si possono trovare qui.