Sono 8 e sono le gallerie italiane presenti ad Art Brussels

Con l’edizione 2018  in corso dal 19-22 Aprile, Art Brussels  spegne 50 candeline al Tour & Taxis Exhibition and Trade Centre di Bruxelles.

 

Complessivamente saranno 147 le gallerie partecipanti di cui il 32% del Belgio e le altre provenienti da 32 Paesi. Questa edizione presenta quattro  sezioni:  Prime, Discovery,  Rediscovery e Solo.

La sezione PRIME è costituita da 110 gallerie che propongono artisti mid-career e artisti affermati dal moderno al contemporaneo a livello internazionale come Jenny Holzer, Niki de Saint-Phalle e Ai Wei Wei. DISCOVERY presenta 33 gallerie che sostengono attivamente artisti internazionali emergenti che non sono ancora noti nel contesto europeo e la cui pratica costituisce una vera “scoperta”. Le opere ammesse devono essere state prodotte tra il 2015 e il 2018. REDISCOVERY è dedicata  all’arte dal 1917 al 1987, rappresentata da artisti viventi o deceduti che sono stati sottovalutati o dimenticati. Tracciando una linea temporale che abbraccia gli inizi dell’arte concettuale con il neo-concettualismo, attraverso le avanguardie del XX secolo, questa sezione  vuole scavare e mettere in evidenza pratiche sorprendenti anche se sconosciute nell’attuale panorama dell’arte. Infine,  21 espositori  hanno scelto la sezione SOLO, presentando la personale di un singolo artista.

L’Italia sarà rappresentata da otto gallerie suddivise nelle seguenti sezioni:

PRIME

Enrico Astuni – Bologna

Thomas Brambilla – Bergamo

Continua – San Gimignano, Les Moulins, Beijing, Habana

Repetto – Londra

Ronchini – Londra

Tucci Russo – Torre Pellice

SOLO

Eduardo Secci – Firenze / Andrea Galvani

DISCOVERY

Z2O Sara Zanin – Roma