E’ online il bando per partecipare all’edizione milanese di Paratissima. Un’occasione davvero unica per ogni giovane artista in Italia. Ecco tutti i dettagli.

Il 6 Giugno aprono i battenti della prima edizione milanese di Paratissima, la nota fiera d’arte per artisti indipendenti, quest’anno al suo quattordicesimo appuntamento. Dopo le edizioni di Torino, quella di Skopje, Lisbona e Cagliari, la fiera “parassita” (il nome deriva in parte da lì, per la sua capacità di espandersi) occuperà gli spazi di BASE a Milano per un intero weekend.

Il format è sempre lo stesso: la selezione avviene per candidatura, possono partecipare artisti, collettivi, associazioni e gallerie d’arte compilando un form online entro il 10 maggio. Si può partecipare presentando progetti autonomi o curati, con la possibilità di approfittare del supporto del team di curatori di Paratissima per concept e allestimento.

Per l’edizione meneghina ai partecipanti è chiesto di proporre la propria interpretazione del tema centrale dell’evento : Through the Black Mirror  “A fine giornata, improvvisamente, lo schermo spento del pc muta in specchio nero e opaco che, riluttante nel riflettere qualsiasi volto, rimanda solo un’ombra familiare, un alter ego in perenne ostaggio di lavoro, web e social. […] la sorpresa è ritrovarsi all’improvviso da soli, a tu per tu con un autoritratto emerso dalle tenebre dell’inconscio e dell’individualità, laddove, fino a pochi istanti prima, si spalancava un varco verso una dimensione plurale, pubblica, digitale e globale.”

L’evento si terrà inoltre durante la Milano Photo Week, settimana densa di eventi e manifestazioni artistiche nel capoluogo lombardo.

Per capire il motivo per cui siamo qui a suggerire a tutti gli artisti indipendenti che ci leggono di partecipare al bando è necessario fare un passo indietro. Nel 2005 la prima edizione di Paratissima viene allestita all’interno di un appartamento di 400 mq nel centro di Torino, in mostra i lavori di 7 artisti. L’idea è quella di mettere in piedi un evento off di Artissima, in grado di accogliere un pubblico d’arte differente e dare una vetrina ad artisti e curatori indipendenti. Dopo il successo della prima edizione, Paratissima si sposta in un fabbricato di 3000 mq, poi in un ex carcere, fino ad invadere un intero quartiere della città. In 13 anni si trasforma da evento indipendente in istituzione che vanta edizioni estere, un team di professionisti, centinaia di partecipanti tra gallerie, artisti, associazioni e progetti curatoriali.

Il motivo per cui crediamo che questo bando sia un’occasione per tutti i giovani artisti sta proprio nell’opportunità di crescita, elemento che ha caratterizzato tutta la storia della fiera. Paratissima non è solo una fiera ma anche un grande e reale laboratorio dove tutti i professionisti dell’arte hanno la possibilità di sperimentare, mettersi in gioco e soprattutto crescere.

Se sei un artista emergente, a Paratissima impari ad allestire uno spazio, a relazionarti con i collezionisti, con i curatori, a scrivere un portfolio. Puoi testare la reazione del pubblico ai tuoi lavori e relazionarti direttamente con tantissimi appassionati d’arte.

La direttrice artistica Francesca Canfora ha confermato che l’intenzione è sempre più quella di creare un luogo che favorisca la nascita di sinergie professionali e nuove idee, per questo la didattica è una componente centrale del progetto. Il corso per giovani curatori N.I.C.E ne è una prova. Lanciato nel 2014, quest’anno alla sua V edizione il corso di 132 ore prepara i giovani professionisti a relazionarsi con un evento di grande portata, e lo fa letteralmente: le lezioni si concludono con 15 giorni di field project durante i giorni e negli spazi dell’edizione Torinese.  

“Chi si sarà contraddistinto avrà la possibilità di entrare nello staff di Paratissima come assistente alla Direzione Artistica dell’evento, da settembre a metà novembre, a fronte di un rimborso spese di 1500 euro” si legge sul sito.

Ma i premi sono previsti anche per gli artisti partecipanti. In palio nella prossima edizione a Milano il PRS Talent Prize, un premio del valore di 3000 euro in acquisizioni, il NICE Prize e il Photo Prize che concedono a tre artisti di disporre gratuitamente di uno spazio all’ interno rispettivamente di N.I.C.E e Photo a Paratissima Torino 2018. Un esempio virtuoso è quello di Francesca Lupo, ci racconta sempre Francesca Canfora. “ Lei è un’architetto ed aveva un hobby. Ha deciso di mettersi in gioco provando a partecipare ad una delle scorse edizioni di Paratissima. L’abbiamo notata e l’abbiamo premiata con un riconoscimento. Oggi il suo hobby è diventato un lavoro e collabora stabilmente con la galleria Spazio Lavit di Varese.”.

I progetti futuri prevedono l’apertura di nuovi corsi e workshop per giovani talenti mirati appunti a favorire il proliferare delle professioni artistiche, nonchè l’avviamento di una vera e propria collezione permanente di Paratissima che speriamo sarà presto aperta al pubblico.

 

Siamo molto curiosi di scoprire cosa ci riservirà l’edizione milanese, ci vediamo là!