Il canale YouTube di Galleria Continua, la galleria d’arte contemporanea italiana più famosa nel mondo, è una risorsa d’informazioni, storie e intrattenimento incredibile.

Qualche giorno fa stavo girovagando su youtube e nel feed dei contenuti suggeriti mi è comparso “Soy Cuba? 8 Artisti Contemporanei Cubani”. Il video caricato sul canale di Galleria Continua, galleria con 4 spazi in 4 paesi diversi, di cui uno a La Havana, è un documentario di 23 minuti che raccoglie le interviste a 8 giovani artisti cubani che lavorano con la galleria. Nel video si parla d’ arte, certo, ma anche di storia e più in generale di una generazione, nata dopo gli anni ’80, di artisti. I protagonisti riflettono sul cambiamento che l’Isola ha vissuto negli ultimi ’20 anni, la morte di Fidel, l’apparente apertura verso l’occidente, e su come questo tema venga argomentato nelle loro opere. Dopo “Soy Cuba?” parte automaticamente una registrazione video di 50 minuti, una masterclass tenuta dal maestro Michelangelo Pistoletto alla XXII Biennale dell’Havana. Poi un’intervista a Kiki Smith, poi Daniel Buren, Serse, Garaicoa e molti altri. Tutti contenuti caricati sul canale della Galleria.

Galleria Continua apre i battenti della sua prima sede nel 1990 dentro un ex cinema a San Giminiano. Le menti dietro al progetto sono tre amici : Mario Cristiani, Lorenzo Fiaschi e Maurizio Rigillo. La decisione di aprire in un paesino sperduto della Toscana, agli antipodi di Londra e New York, è parte integrante dell’idea: dar vita a “nuove forme di dialogo e simbiosi tra geografie inaspettate: rurali e industriali, locali e globali, arte del passato e arte di oggi, artisti famosi e emergenti”. E a questo i tre amici si dedicano per tutta la carriera della Galleria. Nel 2005 aprono una nuova sede in una vecchia fabbrica di Beijing, quando la città non era ancora meta di ricchi collezionisti e gallerie internazionali. Poi nel 2007 a Les Moulins, in una vecchia fattoria nella campagna parigina. Nel 2015 a La Havana, in un vecchio cinema, e si chiude il cerchio.

Tutti i luoghi che Galleria Continua ha scelto di occupare li ha pervasi di uno spirito tutto suo “un’identità fondata su due valori: generosità e altruismo, che sono al centro di tutti i rapporti con gli artisti, il pubblico e la crescita della galleria nel suo complesso” si legge sul sito. Se vi capiterà di passare in visita alle varie sedi di Galleria Continua vi renderete conto che è tutto vero. Io ho avuto la fortuna di visitare San Giminiano e La Havana, e posso confermarlo. “Qui è una scuola di visionareità” mi disse la direttrice della sede cubana.

Al progetto hanno aderito alcuni degli artisti contemporanei più autorevoli: Michelangelo Pistoletto, Daniel Buren, Jannis Kounellis, Carlos Garaicoa, Chen Zen, Ai Wei Wei e molti altri.

Per tornare adesso a quello che si stava dicendo,  sul canale youtube di Galleria Continua potete trovare  un assaggio gratuito di tutto questo. Qui in anteprima dal canale Instagram di Galleria Continua, i passi di danza segreti di Michelangelo Pistoletto.