Beast colpisce ancora. A meno di 15 giorni dalle elezioni Milano si risveglia tappezzata dai suoi splendidi e dissacranti poster politici.

Mancano meno di due settimane. Molto presto gli Italiani saranno chiamati alle urne. Ed il clima è caldissimo. Ed è proprio in questi momenti di tensione che gli artisti più provocatori, fiutata la situazione, si mettono all’opera. E da uno come Beast, da sempre molto attento alle questioni politiche, non potevamo che aspettarci un “attacco d’arte”. E così è stato. Lunedì mattina sono apparsi in giro per Milano i suoi noti e dissacranti poster politici, tratto distintivo dell’artista. Dalla Meloni vestita da clochard (o profuga?) ad uno splendido Berlusconi tatuato, Beast li ne ha colpiti tanti, tra i protagonisti delle prossime elezioni. Un piccolo rammarico.Tra “le vittime” dell’anonimo street art non compaiono (a quanto pare) Luigi Di Maio e Matteo Salvini. Facciamo una richiesta ufficiale?

 

Immagini via corriere.it