Se il tuo ultimo match di Tinder è con un artista, ecco le 7 cose che devi sapere prima di presentarti all’appuntamento.

Le donne che posavano per Modigliani dicevano che farsi ritrarre dal maestro era come “farsi spogliare l’anima”. Alcuni sostengono che John Lennon abbia abbandonato i Beatles per amore di Yoko Ono. Ebbene sì, per molti la vena artistica rende sexy ed attraenti ( a me viene in mente Johnny Depp in Chocolat ma anche Charlton Heston ne Il Tormento e l’ Estasi ). Detto questo, avere a che fare con un artista significa relazionarsi a personalità particolarmente estrose i cui punti di vista spesso non coincidono con quelli dei non-artisti. Ecco dunque una lista di semplici cose da sapere e tenere in considerazione prima di iniziare una relazione con un artista.

Certo di essere più creativo di te, l’artista si adopererà per portare creatività nella tua vita.

Che tu stia scegliendo un regalo per il tuo capo oppure preparando delle slide per la prossima presentazione al lavoro statene certi, avrà dei suggerimenti da darvi e degli interventi da fare. Non si tratta di consigli inutili, quanto più di interferenze a volte fastidiose (specialmente quando si tratta di giudizi sul vostro look) .

 

via GIPHY

Chiamerà i colori con il loro vero nome (e voi sarete confusi).

Lasciatevi alle spalle il blu, il rosso,il verde, il giallo e date il benvenuto al Ciano, al Rutenio, al Trifoglio e al Cadmio. Confusione e figuracce garantite.

 

via GIPHY

Avrà bisogno di molto tempo per se stesso ( e voi non capirete perché).

Come gli scienziati pazzi che si rinchiudono nel loro laboratorio, anche gli artisti hanno bisogno di molto tempo (e spazio!) da passare da soli. O meglio, con la propria creatività. Non vi preoccupate: non è il segnale che la vostra relazione sta giungendo al capolinea. È solo la realtà dei fatti.

 

via GIPHY

Lo sketchbook è il suo più grande confidente. Tu non lo rimpiazzerai mai.

Ogni artista che si rispetti ha un suo sketchbook sul quale annottare idee e dare sfogo alla creatività. Per alcuni potrà essere un semplice quaderno degli schizzi, ma per un artista si tratta di un diario segreto, un vero e proprio confidente che nessuno potrà mai rimpiazzare. Per non mandare tutto all’aria le regole sono semplici: non toccarlo, non aprirlo e soprattutto non disegnare/scrivere niente sulle sue pagine.

 

via GIPHY

Potrebbe essere molto creativo anche a letto.

Tranquilli, i minori possono continuare a leggere. Non stiamo parlando solo di cose piccanti ma piuttosto di cose un po’ strane, in america direbbero “weirdo”.

 

via GIPHY

Le sue mani saranno sempre sporche.

Le sue mani sono nate per creare e non per essere carine. Potrebbe presentarsi alla cena coi tuoi con le unghie sporche e le macchie di vernice sui palmi. Non puoi farci niente, devi sopportare in nome dell’arte.

 

via GIPHY

Gli aggettivi “carino” e “normale” sono degli insulti per lui.

Nato per essere diverso. O almeno convinto di esserlo. Essere normali per un artista significa aver sbagliato tutto nella vita. Se ci tenete alla relazione dunque evitate sempre e comunque questa parola. Lo stesso per l’aggettivo “carino”, nella loro testa significa mediocre.

 

via GIPHY

 

 

Leggi l’articolo integrale su TheArtGorgeous