Scopriamo insieme qualcosa in più su 5 dei più importanti artisti contemporanei africani in circolazione. Se vi interessate di arte contemporanea, non potete non conoscerli!

Se c’è un continente al mondo in grandissima crescita dal punto di vista della produzione artistica contemporanea, questa è l’Africa. Chiunque segua per motivi professionali o per semplice interesse il panorama dell’arte contemporanea internazionale, non può far meno di portare grande attenzione a quello che sta accadendo nel continente africano. Crescita in termini di produzione, ma anche di mercato. Oggi l’arte contemporanea africana fa gola a grandi collezionisti ed investitori internazionali per il suo enorme potenziale di crescita. Ma chi sono i principali esponenti della scena artistica contemporanea africana? Abbiamo individuato per voi 5 dei principali artisti contemporanei africani. Non potete assolutamente fare a meno di conoscerli e seguirli!

Julie Mehretu (1970, Addis Abeba, Etiopia)

julie mehretu | damnmagazine.net

Prendendo ispirazioni dalle realtà architettoniche metropolitane etiopi Julie Mehretu vuole illustrare al mondo, attraverso i suoi enormi dipinti astratti, il dirompente sviluppo urbano in Africa. Rappresentata da due delle principali gallerie d’arte contemporanea al mondo, Marian Goodman Gallery e White Cube, affermata sul mercato e presente in importantissime collezioni tra cui quella del MoMA e del San Diego Museum of Art, Julie Mehretu è senza dubbio una delle colonne portanti dell’arte contemporanea africana.

Njideka Akunyili Crosby (1983, Enugu, Nigeria)

Crosby | cloudfront.net

Nata in Nigeria ma trasferitasi a Los Angeles, le opere di Njideka Akunyili Crosby, combinazioni di diversi media, dalla pittura al disegno alla fotografia, sono un omaggio alle due culture radicate nell’artista: quella africana e quella statunitense. Scene di vita che parlano di questioni sociali e politiche, delle contaminazioni di culture lontane destinate a convivere. Lavora con la galleria Victoria Miro di Londra.

Kudzanai Chiurai (1981, Harare, Zimbabwe)

Chiurai | goodman-gallery.com

Storia particolarmente interessante quella di Kudzanai Chiurai: artista piuttosto noto nel suo paese natio negli anni 2000, è stato esiliato dallo Zimbabwe nel 2009 a causa della sua opera raffigurante Robert Mugabe, leader controverso del paese, con delle corna incendiate. I suoi lavori multimediali affrontano tematiche tanto dure quanto attuali per il continente africano, dalla corruzione governativa alla violenza dei conflitti interni. Le sue opere sono state esposte, tra gli altri, al MoMA e a documenta.

Chéri Samba (1956, Kinto M’Vuila, Repubblica Democratica del Congo)

Samba | cloudfront.net

Chéri Samba si è affermato negli anni come uno dei principali pittori contemporanei del panorama africano. Originariamente disegnatore di cartelloni pubblicitari, attraverso le sue opere Samba vuole trasmettere all’osservatore il suo punto di vista e la sua interpretazione della vita quotidiana in Congo. Le sue opere fanno parte delle principali collezioni museali al mondo, da quella del Centre Pompidou di Parigi a quella del MoMA di New York.

Meschac Gaba (1961, Cotonou, Benin)

Gaba | tanyabonakdargallery.com

Vero pioniere per la diffusione dell’arte contemporanea africana nel mondo, alla fine degli anni ’90 la sua mostra itinerante “Museum of Contemporary African Art”, esposta in diverse istituzioni museali europee di primaria importanza, è stata una propulsione per l’interesse internazionale verso la scena artistica africana. Le sue installazioni “artigianali” sono una vera e propria vetrina sulla cultura e tradizione africana.

Leggi anche la fantastica storia del gallerista nigeriano Oliver Enwonwu!

 

Header via wmagazine.com