Arriva in Italia Barnebys, il più grande meta-motore di ricerca dedicato al mondo delle aste e degli oggetti d’arte.

Nato in Svezia nel 2011 da un’ idea di Christopher Barnekow e Pontus Silfverstolpe, Barnebys  mira a diventare un punto di riferimento per le case d’aste e le gallerie italiane che vogliono rafforzare e ampliare la loro visibilità all’estero.

Sebbene la piattaforma sia da poco attiva in Italia, tuttavia sta già attirando l’attenzione di numerosi professionisti dell’arte. Barnebys, infatti, offre ai suoi utenti accesso diretto a 3mila case d’aste e gallerie d’arte per l’acquisto e la vendita online. A livello globale conta su un traffico di circa 2 milioni di visitatori al mese e la società ha piattaforme attive in Svezia, Regno Unito, Francia, Germania, Spagna, Cina, Stati Uniti, e adesso in Italia. L’80% del giro d’affari di Barnebys, infine, è rappresentato principalmente dal mercato europeo, mentre il restante 20% dagli Stati Uniti. 

Home page del sito italiano di Barnebys

Per l’Italia Barnebys ha progettato un nuovo sito ad hoc dedicato sì al mercato locale, ma indirizzato anche al mercato d’arte internazionale. Oltre a fungere come motore di ricerca Barnebys offre altri numerosi servizi inseriti in un contesto decisamente user-friendly che rende intuitiva ogni azione fin dal primo passo. In breve, su Barnebys è possibile:

  • Creare un Account:  per tenere d’occhio le aste e impostare avvisi di ricerca personalizzati;
  • Salvare i Preferiti: per monitorare gli oggetti in scadenza e ricevere una notifica quando si avvicina la data dell’asta;
  • Iscriversi alla Newsletter: per avere accesso alle novità dal mondo dell’arte e delle aste;
  • Consultare Risultati d’asta: per avere accesso alla più grande e gratuita banca dati al mondo, con prezzi di aggiudicazione datati anni; 
  • Utilizzare il Servizio di Valutazione: per ottenere la stima di un esperto o entrare in contatto con potenziali venditori;
  • Accedere al Blog: per restare sempre aggiornati sui trend, sul mercato dell’arte e molto altro ancora.

Spiega il co-fondatore di Barnebys Pontus Silfverstolpe: «Il lancio di Barnebys.it sarà fondamentale per tutte quelle realtà italiane che hanno intenzione di rafforzare il loro brand in Italia, e allo stesso tempo affacciarsi ad un’audience internazionale. Inoltre, a noi consentirà di poterci relazionare con tutte le case d’aste, antiquari e gallerie d’arte che al momento offrono cataloghi esclusivamente in lingua italiana».

5 Artisti da vendere

Charis Stamuli, Key Account Manager di Barnebys per il nostro Paese, ha dichiarato: «Crediamo che sia un buon momento per inserirci in maniera più incisiva nel panorama italiano che si mostra sempre più attento alle necessità dei suoi acquirenti, soprattutto online. Barnebys è pronto ad offrire strategie di marketing ad hoc, al passo con i rapidi cambiamenti del mercato delle aste».

Insomma Barnebys potrebbe essere veramente lo strumento che mancava, in Italia, per orientarsi nel mercato fatto soprattutto di piccole e piccolissime realtà, offrendo loro l’enorme opportunità di consolidare e rafforzare il proprio brand, di aumentare la SEO e, soprattutto, di instaurare una relazione con il cliente.

 

Header: Il Co-fondatore e Head of Content di Barnebys Pontus Silfverstolpe e il CEO Christopher-Barnekow. Photo via Artribune