Dopo 5 giorni intensissimi si è conclusa Domenica la 16esima edizione di Art Basel at Miami Beach. Anche quest’anno il totale delle vendite avvenute tra gli stand della fiera raggiunge cifre sbalorditive.

Art Basel at Miami Beach si è chiusa quest’anno con un totale di vendite che ammonta a 3.5 miliardi di dollari. Il capo del dipartimento di art advisory di UBS Mike Ryan ha dichiarato “Nonostante la chiusura di numerose gallerie e le continue sfide per gli Art Dealer di medie dimensioni, il 2017 vedrà un  grosso aumento delle dimensioni del mercato dell’arte rispetto al 2016, crescita che sicuramente si rifletterà anche sui risultati del 2018″. Visto le cifre, non stentiamo a crederlo. Ecco alcune vendite degne di nota avvenute tra gli stand della fiera.

Vendite superiori al milione di dollari

Quest’ anno le vendite a sei zeri sono state più significative dell’anno scorso, a riportarlo è Artsy, che tra tutte segnala:

Paul Kasmin Gallery ha venduto Sun Woman 1(1957) di Lee Krasner, l’opera che è stata esposta nella retrospettiva dell’artista al MoMA del 1984, per $7 milioni di dollari

La Galerie Thaddeus Ropac ha registrato 2 vendite a sei cifre: Coenties Slip Studio (1961) di James Rosenquist per  $2.7 milioni e Sahsimi Mendoza (1979) per $1.35 milioni.

Coenties Slip Studio 1961 di James Rosenquist | pinterest

Mnuchin Gallery ha riportato una vendita anticipata di un  Mark Bradford , Fly in the Buttermilk (2002), per $3 milioni.

Lévy Gorvy  ha venduto Sumac (1959) il lavoro di Ellsworth Kelly esposto nel 1996 al Guggenheim, per un totale di $4.5 milioni

Michael Werner ha venduto Transparent #8(1988) di  Sigmar Polke’ per $1.5 milioni;

Un fortunato collezionista si è aggiudicato un Ugo Rondinone ,Hunger moon (2013),  per $1.2 milioni presso la galleria Eva Presenhuber.

Pace Gallery ha ceduto un  Yoshitomo Nara, Young Mother (2012) , per $2.9 milioni

Infine la galleria torinese Mazzoleni ha venduto un Alberto Burri, Bianco Plastica B 1 (1967),  per $1.5 milioni.

Alberto Burri Bianco Plastica B 1 1967 | artsy

A segnare il record della vendita più alta tra gli stand della fiera sarebbe stata la galleria svizzera Gmurzynska con un Roy Lichtenstein venduto (si mormora) a $12 milioni. Tuttavia essendo l’opera stata venduta ancora prima dell’inaugurazione della fiera, non è stata presa in considerazione per il computo totale delle vendite.

Vendite tra 100,000 e 1 milione di dollari

Sempre da Pace Gallery sono stati venduti un olio su carta di  Willem de Kooning  (Untitled, c. 1967) per $450,000, la video istallazione di Michal Rovner, Urgency (2017) per $140,000, una scultura in bronzo di Joel Shapiro  $350,000, e una tela di Wang Guangle (170326, 2017) per  $325,000.

La mega galleria svizzera Hauser & Wirth ha ceduto una tela di  Roni Horn (Yet 3, 2013/2017) per $750,000, e un Jack Whitten del 1980 per $950,000.

Anche quest’anno ottime performance per le fotografie di Robert Longo, la cui Untitled del 2017 è stata venduta per $700,000 dalla galleria newyorkese Metro Pictures

Robert Longo Untitled 2017 | dailyartfair

Sprüth Magers ha venduto l’opera di Barbara Kruger Untitled (IN THE END), 2017, per $450,000.

La Lisson Gallery ha venduto invece un Anish Kapoor verde per $802,000.

Vendite sotto i 100,000 dollari

Poche le vendite degne di nota sotto i $100,000, Artsy e Artnews segnalano tre casi di successo:

La galleria sudcoreana Kukje anche quest’anno ha portato in mostra l’arte asiatica raggiungendo risultati mlto positivi.  Venduti presso lo stand della galleria due lavori dell’artista Ha Chong-Hyun (Conjunction 17-04, Conjunction 17-05, entrambe 2017) rispettivamente per $100.000 $110.000, due opere di Kyungah Ham  What you see is the unseen / Chandeliers for Five Cities DSC02-D-03-R(2016) rispettivamente per $70,000 e 80,000, un Haegue Yang’s Semi-dépliable-Andante (2011) per $65,000, e due Minouk Lim,  Headset (2015) e Portable Keeper Unha-ri(2011) per $30,000 e $35,000.

Tra le gallerie giovani, da segnalare il sold out della galleria di Los Angeles  Freedman Fitzpatrick che ha esaurito i lavori dell’emergente Jill Mulleady , tutti venduti a prezzi compresi tra i $ 6.000 e i $ 12.000, e quello di Patron Gallery che è rimasta senza nessun lavoro di  Harold Mendez , opere che vanno da un minimo di $5,000 ad un massimo di $20,000.

Jill Mulleady Artwork | dailyartfair