Quando parliamo di arte nativa americana è facile cadere nello stereotipo “piume e perline” cui tutti siamo tragicamente abituati. Questi 5 artisti contemporanei nativi americani vi faranno capire quanto siamo lontani dalla realtà.

È innegabile. Per la maggior parte di noi pensare alla cultura degli indiani d’America è pensare allo stereotipo “pelle rossa” del cinema americano del XX secolo. Per non parlare dell’arte contemporanea nativa americana: al di fuori di quegli orribili disegni colorati, venduti insieme a collane di perline ed incensi alle sagre di paese estive, per molti l’arte contemporanea nativa americana non esiste. Peccato che gli indiani d’America, per quanto a volte lo si dimentichi, esistono tuttora, sono incazzati per la devastazione della loro cultura e con questa rabbia producono arte contemporanea estremamente interessante. Ecco 5 artisti contemporanei nativi americani che secondo noi e secondo artspace (dove trovate un interessante articolo sull’arte nativa americana) dovete assolutamente conoscere.

Nicholas Galanin

Nicholas Galanin | artblart.com

Nato in Alaska, Nicholas Galanin è un artista concettuale di discendenza Tlingit e Unangax. Le sue opere sono una forte ed evidente critica alla società statunitense e del suo tentativo, tuttora perpetuato, di seppellire verità storiche sugli abusi subiti dalle popolazioni native americane, dalla colonizzazione degli States ai giorni nostri.

Wendy Red Star

Wendy Red Star | madewithcolor.com

Divertenti, surreali, graffianti, le fotografie di Wendy Red Star hanno un obiettivo preciso: prendere in giro la cultura americana per la sua tendenza di stereotipare e travisare quella nativa americana. Wendy Red Star, di origine apsaalooke, è nata e cresciuta in una riserva Crow del Montana. Oggi vive tra la riserva e la società contemporanea.

Matika Wilbur

Matika Wilbur | pinimg.com

Se esiste una fotografa contemporanea nativa americana, questa è Matika Wilbur. Originaria delle tribù di Tulalip e Swinomish, dopo una carriera di successi nella fotografia di moda e commerciale, Matika Wilbur torna ad esplorare le sue origini. Oltre 5 anni in viaggio per le riserve indiane degli Stati Uniti, ed un lavoro fotografico per dare di nuovo voce al suo popolo. Per trasmettere al mondo la vera immagine della sua gente.

Post-Commodity

Post Commodity | miamirail.org

Il lavoro di Post-Commodity, collettivo composto esclusivamente da artisti nativo americani, è una critica alla forza colonizzatrice che nel XXI sta definendo nuove e complesse forme di frontiera. Il concetto di confine, simbolico per la cultura nativa americana, è sempre al centro dell’indagine del collettivo.

 

Duane Slick

Duane Slick | duaneslickstudios.com

Duane Slick è un pittore nativo americano della Meswaki Nation. I suoi dipinti, onirici e spirituali, ben rappresentano la cultura degli indiani d’America ed il loro infausto destino. “nella tradizione narrativa” afferma l’artista, “per raccontare la storia della tragedia bisogna sempre cominciare dal finale”.

 

Scopri anche l’incredibile storia di Vittorio Sella, fotografo ed avventuriero italiano.