La notizia dell’aggiudicazione da Christie’s del dipinto di Leonardo (l’ultimo in mano ai privati) Salvator Mundi per 450.3 mln $, ha fatto il giro del mondo, e ovviamente il web è impazzito.

Tutto il mondo dell’arte è rimasto a bocca aperta vedendo il Salvator Mundi di Leonardo Da Vinci battere ogni record da Christie’s. Chi con ironia, chi con amarezza, tutti hanno condiviso la loro reazione sui social network. Ecco il meglio che abbiamo trovato.

 

Loic Gouzer bidder di Christie’s

Prima della battuta d’asta, Loic Gouzer uno dei bidder di Christie’s , stava già festeggiando (e chi non l’avrebbe fatto!) nel modo più adatto. Eccolo sul suo profilo twitter travestito da Salvator Mundi al party di Halloween al MoMa.

 

“Questo è quello che succede quando provi ad assomigliare al Salvator Mundi e finisci a sembrare Howard Stern (showman americano ndr)”

… e dopo l’aggiudicazione come torna a casa? Uber, tanto per risparmiare

 

my Uber driver this morning ( or when stars allign ) thank you friends #youknowwhoyouare

A post shared by Loic Gouzer (@loicgouzer) on

“Il mio autista di Uber di questa mattina, grazie amico!

Carnegie Museum of Art

Qualunque Museo al mondo avrebbe voluto aggiudicarselo, ma come tutti sanno il budget a loro disposizione per le acquisizioni è di qualche centinaia di dollari inferiore al prezzo di aggiudicazione. Il Carnegie Museum of Art  di Pittsburgh con un tweet ha sintetizzato e portato all’attenzione di tutti le sfide che le Istituzioni Culturali si trovano ad affrontare ogni giorno.

“Ecco perché non possiamo avere belle opere”

William J. Simmons Storico d’Arte Americano

Questo giovane critico e studioso d’arte americano ha semplicemente immaginato un modo (migliore?!) per spendere 450 mln di dollari. Non male.

“Un modo migliore per spendere 450 mln di dollari rispetto a comprare un Da Vinci: Un concerto privato di Beyoncé nel giorno del mio compleanno, mentre Barbra Streisand mi prepara un’ omelette con le ceneri di Judy Garland e me la serve sul petto nudo di Ryan Gosling”

Jerry Saltz del NewYork Magazine

Jerry Saltz è tra i giornalisti più eccentrici del mondo dell’arte, ed è tra i più convinti sostenitori della possibilità che il dipinto si tratti di un falso. Dal giorno dell’aggiudicazione non perde occasione per sottolineare la cosa tramite il suo profilo Instagram.

Il dipinto di Leonardo in prima pagina sul Quotidiano dell’Arte Falsa

 

A post shared by Jerry Saltz (@jerrysaltz) on


Faceswapp con Donald Trump 

 

Il Salvator Mundi nel giorno del ringraziamento

Happy Thanksgiving h/t @museumviews

A post shared by Jerry Saltz (@jerrysaltz) on

 

Qualche somiglianza tra il Salvator Mundi e un giovane Sean Penn?

H/t @Lisabeck58

A post shared by Jerry Saltz (@jerrysaltz) on

Gli immancabili Meme

I meme nn potevano mancare.

L’artista Charles Lutz

A post shared by @charleslutz on

“Quando sei in ammirazione dell’opera di Leonardo e scopri che il prezzo escluso il buyer premium è di 400 mln di dollari”

 

Questa è una delle nostre preferite che riporta in auge uno dei restauri più mal riusciti e condivisi di sempre.

The Last da Vinci…#salvatormundi #wedontmakemistakesjusthappylittleaccidents

A post shared by Tanya Tikhnenko (@tanya.tikhnenko) on

“L’ultimo Da Vinci”