Cos’è la Video Arte? Quali sono le sue diverse forme e quali sono i principali attori di questa particolarissima forma espressiva?

Un legame diretto con la tecnologia e con la sua dirompente evoluzione.
Un rapporto difficile con il mercato.
Un collezionismo di nicchia, ma tanta attenzione da parte dei grandi musei del mondo.
Questa la particolare situazione della Video Arte.
Con Video Arte intendiamo tutta la produzione artistica basata sulla realizzazione e riproduzione video attraverso diversi supporti.
La contraddizione della Video Arte sta, come accennato, nella grande vivacità attuale del settore dettata dall’irrefrenabile crescita tecnologica contemporanea affiancata tuttavia alla difficoltà di commercializzazione delle opere che rientrano in questa particolare forma espressiva. Un mercato secondario davvero poco vibrante ed un collezionismo molto, molto di nicchia non la rendono certo la prima scelta dei galleristi in un momento dove molti hanno bisogno di fare cassa.
Grande attenzione tuttavia da parte delle istituzioni: il Moma di New York, ad esempio, ha iniziato a strutturare una collezione video a partire dal 1970.
Ma quali sono le diverse forme di Video Arte?
Facciamo un po’ di chiarezza.

 

Poesia Elettronica

Per quanto all’interno di questa categoria artistica siano confluite un’infinità di tipologie di opere molto diverse tra loro, possiamo indicare con il termine Poesia Elettronica la sperimentazione artistica dove si integra il testo poetico e la Video Arte.
Le prime sperimentazioni in tal senso risalgono agli anni ‘80. Gli artisti più significativi per la Poesia Elettronica sono Gianni Toti, Philadelpho Menezes, Gary Hill, Giovanni Fontana, Caterina Davinio, Julien Blaine.

Video Installazione

La Video Installazione è un’installazione artistica che attraverso l’utilizzo di schermi o altri supporti video vuole coinvolgere in maniera totale lo spettatore, che viene catapultato in una realtà parallela creata dall’artista. Ne sono i principali esponenti Bill Viola, Fabrizio Plessi, Wolf Vostell, Pipilotti Rist, Tony Oursler, Pierre Huyghe.

Video Scultura 

Il video che diventa protagonista di opere scultoree, la luce emessa da un proiettore che illumina una statua, schermi e tubi catodici che cambino la loro funzione, che diventano opere d’arte. Questi gli elementi alla base della Video Scultura, di cui Tony Oursler è sicuramente l’esponente principale.

Videoambiente 

Il Videoambiente, simile alla Video Installazione, consiste in installazioni audio video che ricreano interi ambienti con i quali lo spettatore interagisce. L’esperienza che lo spettatore vive è di coinvolgimento totale. Gli artisti video installativi sono quelli che di frequente sperimentano la creazione di Videoambienti.

Photo Header via newsdesk

Cos’è la Video Arte? Quali sono le sue diverse forme e quali sono i principali attori di questa particolarissima forma espressiva?

Un legame diretto con la tecnologia e con la sua dirompente evoluzione.
Un rapporto difficile con il mercato.
Un collezionismo di nicchia, ma tanta attenzione da parte dei grandi musei del mondo.
Questa la particolare situazione della Video Arte.
Con Video Arte intendiamo tutta la produzione artistica basata sulla realizzazione e riproduzione video attraverso diversi supporti.
La contraddizione della Video Arte sta, come accennato, nella grande vivacità attuale del settore dettata dall’irrefrenabile crescita tecnologica contemporanea affiancata tuttavia alla difficoltà di commercializzazione delle opere che rientrano in questa particolare forma espressiva. Un mercato secondario davvero poco vibrante ed un collezionismo molto, molto di nicchia non la rendono certo la prima scelta dei galleristi in un momento dove molti hanno bisogno di fare cassa.
Grande attenzione tuttavia da parte delle istituzioni: il Moma di New York, ad esempio, ha iniziato a strutturare una collezione video a partire dal 1970.
Ma quali sono le diverse forme di Video Arte?
Facciamo un po’ di chiarezza.

 

Poesia Elettronica

Per quanto all’interno di questa categoria artistica siano confluite un’infinità di tipologie di opere molto diverse tra loro, possiamo indicare con il termine Poesia Elettronica la sperimentazione artistica dove si integra il testo poetico e la Video Arte.
Le prime sperimentazioni in tal senso risalgono agli anni ‘80. Gli artisti più significativi per la Poesia Elettronica sono Gianni Toti, Philadelpho Menezes, Gary Hill, Giovanni Fontana, Caterina Davinio, Julien Blaine.

Gianni TOTI “POETRONIC” from BATCHbe on Vimeo.

 

Video Installazione

La Video Installazione è un’installazione artistica che attraverso l’utilizzo di schermi o altri supporti video vuole coinvolgere in maniera totale lo spettatore, che viene catapultato in una realtà parallela creata dall’artista. Ne sono i principali esponenti Bill Viola, Fabrizio Plessi, Wolf Vostell, Pipilotti Rist, Tony Oursler, Pierre Huyghe.

 

Video Scultura 

Il video che diventa protagonista di opere scultoree, la luce emessa da un proiettore che illumina una statua, schermi e tubi catodici che cambino la loro funzione, che diventano opere d’arte. Questi gli elementi alla base della Video Scultura, di cui Tony Oursler è sicuramente l’esponente principale.

 

Videoambiente 

Il Videoambiente, simile alla Video Installazione, consiste in installazioni audio video che ricreano interi ambienti con i quali lo spettatore interagisce. L’esperienza che lo spettatore vive è di coinvolgimento totale. Gli artisti video installativi sono quelli che di frequente sperimentano la creazione di Videoambienti.

Photo Header via newsdesk