Conosciuta come la Netflix dell’arte contemporanea, Art21 è un’organizzazione senza scopo di lucro che produce e distribuisce contenuti multimediali “ provocanti e sofisticati” sull’arte contemporanea.

Sulla piattaforma è disponibile in streaming e a titolo gratuito l’intera gamma di contenuti prodotti dall’organizzazione dall’anno della sua fondazione (1997 ndr) fino ad oggi. Film, serie tv , talk show, ma anche un magazine, un programma di servizi educativi e una carrellata di eventi pubblici presenziati da artisti di fama internazionale. L’obiettivo dell’organizzazione è stimolare la creatività e utilizzare la potenza dei media digitali per introdurre sempre più persone all’arte contemporanea.
Di seguito trovate una panoramica su quello che potete trovare su art21.org

Film

Art21 balza all’ onor della cronaca nel 2001 con la distribuzione della sua prima serie tv Art in the 21th Century il cui successo ha spianato la strada per la realizzazione di numerosi altri progetti. Ecco quali:

Art in the 21th century è il cavallo di battaglia dell’organizzazione. Una serie documentaristica, oggi all’8° stagione, che ritrae e dialoga con artisti al lavoro nel proprio studio. Jeff Walls, Nick Cave, Marina Abramovich, Ai weiwei, Richard Serra, John Baldessarri solo per nominarne alcuni. La serie è stata nominata ai Golden Globe nella categoria Outstanding Artistic and Cultural Programming, e si è portata a casa una sfilza di premi tra cui il George Foster Peabody e il Silver Hugo.

Extended Play è una sorta di spinoff di Art in the 21th Century, la serie ritrae infatti gli stessi artisti sotto nuove prospettive.

New York Close Up è uno spiraglio intimo sui primi dieci anni di attività professionale di artisti che vivono o hanno vissuto a New York.

Artist to Artist una serie che ritrae conversazioni tra artisti negli spazi di alcune mostre collettive.

William Kentridge: Anything Is Possible, non è una serie ma un film distribuito da PBS nel 2010, che è valso ad Art21 il secondo Peabody Award nel marzo 2011. Il film dura un’ora, e racconta il pensiero del noto artista sudafricano.

 

Education

Il programma educativo di Art21 incoraggia il pubblico ad una riflessione sull’arte contemporanea organizzando e promuovendo la produzione di risorse interpretative, laboratori di sviluppo professionale, programmi partecipativi e eventi di screening. L’organizzazione fa da madrina anche al programma Art21 Educators, un corso intensivo di un anno progettato per sostenere e preparare educatori a discutere nelle proprie classi i temi dell’arte contemporanea. Inutile dire che tutto quello che avviene durante le lezioni, compreso vademecum per educatori e guida alla comprensione di Art in the 21th Century, sono scaricabili in pdf sul sito

 

una lezione di Art21Educator. Photo via Art21

 

Pubblicazioni

Art21 distribuisce una vasta gamma di scritti sull’arte contemporanea tramite il suo magazine online Art21Magazine. La testata propone discussioni e approfondimenti bimestrali su temi specifici che esplorano le recenti tendenze del mondo dell’arte e le opere di singoli artisti.
A partire dal 2012 Art21 pubblica un catena di approfondimenti su ogni episodio sella serie Art in the Twenty-First Century. Ogni numero riporta la bio, le interviste e il lavoro degli artisti rappresentati nella serie e vede la prefazione della co-founder di Art21 Susan Sollins.

Archivio

Art21 conserva l’archivio (ovviamente in formato digitale) di tutti i film e materiali didattici che produce. Il gioiello dell’archivio sono senza dubbio le quasi mille ore di riprese originali accumulate durante la produzione dei film di Art21, ma anche la documentazione video dei programmi educativi (tra cui centinaia di ore di girato dalle lezioni di Art21 Educators).
Nell’archivio il materiale video è integrato da interviste trascritte, materiali di ricerca, pubblicazioni didattiche, pagine web, libri e riproduzioni di opere digitali e analogiche.

Nel 2009 Susan Simmons co-founder ha dichiarato “La maggior parte degli appassionati d’arte non ha la possibilità di parlare con gli artisti. Possiamo vedere le opere esposte nei musei, osservarle e lasciarci coinvolgere, ma rimaniamo comunque distanti dalle persone che le hanno realizzate. L’obiettivo di Art21 è permettere a chiunque di unire le due esperienze”: